Mirtilli alla grappa

Un modo alternativo per conservare il profumo della frutta d'estate, le conserve ci permettono di trasportare nell'inverno i profumi e i sapori propri dell'estate. Come questi mirtilli alla grappa.

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 10 minutes
  • Costo: basso
condivisioni

Mi piace conservare, preparare e realizzare con le mie mani tante cosine buone, in primis per la mia famiglia ma anche da regalare agli amici, e spesso mi cimento in liquorini, sciroppi, confetture, insomma chi più ne ha, più ne metta!
Quando i frutti dell’estate sono abbondanti, succosi, golosi, e soprattutto si possono trovare ad un buon prezzo sui banchi del mercato, ne compro in abbondanza per realizzare piccoli pensieri da regalare in futuro, che solitamente i miei cari ed amici han sempre gradito.
Per mantenere a lungo quindi i profumi e i colori di questa splendida stagione, mi piace conservare la frutta sotto spirito o sotto grappa, in piccoli e simpatici vasetti, belli da portare in tavola ma anche da regalare, decorati a dovere con qualche bel nastro ed etichetta.
Qui vi mostro come fare (è davvero semplicissimo!); quest’oggi i frutti che ho pensato di utilizzare sono dei succosi mirtilli, profumati da scorza di limone e grappa, ottimi come accompagnamento a creme dolci, budini, panne cotte, gelati, cocktails, frutta cotta e fresca, ed anche serviti da soli a fine pasto come digestivo davvero speciale.

mirtilli alla grappa 5

Ingredienti per 6 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Mondate, lavate ed asciugate molto bene i mirtilli con un panno da cucina. Successivamente lavate ed asciugate il limone, con un pelapatate prelevatene la scorza di circa metà, facendo attenzione a utilizzare solo la parte gialla e non la pellicina bianca, più amarognola. Prendete un vasetto a chiusura ermetica, precedentemente sterilizzato in acqua bollente ed asciugato alla perfezione, poi versateci sul fondo un terzo dei mirtilli, insieme a qualche scorzetta di limone.

    Mondate, lavate ed asciugate molto bene i mirtilli con un panno da cucina.
Successivamente lavate ed asciugate il limone, con un pelapatate prelevatene la scorza di circa metà, facendo attenzione a utilizzare solo la parte gialla e non la pellicina bianca, più amarognola.
Prendete un vasetto a chiusura ermetica, precedentemente sterilizzato in acqua bollente ed asciugato alla perfezione, poi versateci sul fondo un terzo dei mirtilli, insieme a qualche scorzetta di limone.
  2. Aggiungete un cucchiaio di zucchero, distribuendolo ben bene in modo da coprire i frutti, poi procedete con un altro strato di mirtilli e scorze, poi versate ancora lo zucchero, e continuate così sino all'esaurimento degli ingredienti (dovete stare circa un cm e mezzo sotto al bordo del contenitore).

    Aggiungete un cucchiaio di zucchero, distribuendolo ben bene in modo da coprire i frutti, poi procedete con un altro strato di mirtilli e scorze, poi versate ancora lo zucchero, e continuate così sino all'esaurimento degli ingredienti (dovete stare circa un cm e mezzo sotto al bordo del contenitore).
  3. In ultimo, sopra tutto, versate la grappa, facendo ben attenzione che copra totalmente i mirtilli e le scorzette di limone; chiudete ermeticamente il vasetto e mettetelo in un luogo luminoso e tiepido (io l'ho lasciato vicino alla finestra) per una settimana, agitandolo delicatamente ogni tanto per sciogliere ben bene lo zucchero. Trascorso questo periodo, la grappa acquisterà un delizioso colore rubino, e i mirtilli saranno pronti per essere gustati.

    In ultimo, sopra tutto, versate la grappa, facendo ben attenzione che copra totalmente i mirtilli e le scorzette di limone; chiudete ermeticamente il vasetto e mettetelo in un luogo luminoso e tiepido (io l'ho lasciato vicino alla finestra) per una settimana, agitandolo delicatamente ogni tanto per sciogliere ben bene lo zucchero.
Trascorso questo periodo, la grappa acquisterà un delizioso colore rubino, e i mirtilli saranno pronti per essere gustati.
Note

Le dosi indicate nella ricetta si intendono per un vasetto ermetico di circa 300 ml, o due vasetti più piccini.
E' molto importante utilizzare dei mirtilli non troppo maturi e mollicci, ma ben sodi e integri, altrimenti si spappolerebbero una volta immersi nella grappa.
I vasetti chiusi, una volta pronti, si conservano per qualche mese in un luogo asciutto e fresco, controllando bene che la frutta rimanga completamente coperta dall'alcool; una volta aperti poi, potete tenerli per una settimana al fresco in frigorifero.
Io consiglio di fare sempre vasetti di piccola capienza, in modo da aprirli e consumarli in brevissimo tempo!
Potrete impiegare i vostri mirtilli "spiritosi" come complemento a qualche dolce particolare, come accompagnamento a semifreddi, gelati o dessert al cucchiaio, ma anche serviti da soli come dopopasto digestivo e corroborante (la grappa sarà piacevolmente aromatizzata e deliziosa assaporata in piccoli bicchierini).

 

mirtilli alla grappa 2

Questi simpatici vasetti, come dicevo prima, possono anche essere decorati con un bel nastro, una stoffina delicata e ricercata oppure una bella etichetta scritta a mano, e regalati ad un’amico o a una persona cara; a me piace portarne qualcuno, ad esempio, quando sono invitata a cena, per non presentarmi a mani vuote: un pensiero fatto con le nostre mani è sempre ben accetto!

mirtilli alla grappa 3

Avete visto quindi come è stato facile e veloce realizzare queste delizie alla grappa?
Cimentatevi senza paura, il risultato vi stupirà piacevolmente e farà felici i vostri ospiti e i vostri amici.
Alla prossima ricetta!

28 luglio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia