Categorie
Antipasti

Briochine al cacao con formaggio di capra e fichi caramellati alla soia

Le sfide che più mi entusiasmano sono quelle in cui si richiedere di andare oltre il classico, dove bisogna sperimentare e provare nuovi abbinamenti. E allora, tra mille idee, alla fine mi sono buttata su quel che più mi piace: impastare. Quindi delle briochine non troppo dolci al cacao, valorizzate dalla glassatura, ripiene di formaggio di capra stagionato dal sapore forte e pungente, un po’ di valeriana e i fichi, caramellati con la regina delle salse: la salsa di soia Kikkoman.

Il risultato è stato sorprendente: sapori e consistenze bilanciati, contrastanti. La salsa di soia ha valorizzato il tutto. Provate per credere!

briochine-con-fichi-alla-soia-orizz-1

briochine-con-fichi-alla-soia-orizz-2

Briochine al cacao con formaggio di capra e fichi caramellati alla soia
Briochine al cacao con formaggio di capra e fichi caramellati alla soia
Stampa
Aggiungi alla tua lista della spesa
Questa ricetta è nella tua lista della spesa
Porzioni Tempo di preparazione
10 persone 1,5 ore
Tempo di cottura
35 minuti
Porzioni Tempo di preparazione
10 persone 1,5 ore
Tempo di cottura
35 minuti
Briochine al cacao con formaggio di capra e fichi caramellati alla soia
Briochine al cacao con formaggio di capra e fichi caramellati alla soia
Stampa
Aggiungi alla tua lista della spesa
Questa ricetta è nella tua lista della spesa
Porzioni Tempo di preparazione
10 persone 1,5 ore
Tempo di cottura
35 minuti
Porzioni Tempo di preparazione
10 persone 1,5 ore
Tempo di cottura
35 minuti
Ingredienti
Per le briochine
Per farcire
Porzioni: persone
Istruzioni
  1. Scaldate leggermente il latte e scioglietevi il lievito. Setacciate la farina e il cacao e disponeteli a fontana sul piano di lavoro: al centro mettete l’uovo, il burro morbido a dadini e lo zucchero. Aggiungete quindi il latte in cui avete sciolto il lievito e impastate per almeno dieci, quindici minuti. Ungete con un filo d’olio evo una capace ciotola e mettete l’impasto a riposare a temperatura ambiente per tutta la notte.
  2. Quindi trasferite l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e lavoratelo ancora per dieci minuti. Formate 10 palline e mettetele a riposare coperte con un telo in lino fino al raddoppio (ci vorranno all'incirca un paio d’ore), sempre a temperatura ambiente.
  3. Trasferite i panini su una placca rivestita di carta forno e infornate a 175° per circa 25 minuti. Una volta pronti, metteteli a raffreddare su una gratella.
  4. Setacciate lo zucchero a velo e mettetelo in una ciotola; aggiungete i cucchiai di acqua bollente (uno alla volta) mescolano con una frusta. Versate la glassa su ogni panino e mettete da parte.
    Setacciate lo zucchero a velo e mettetelo in una ciotola; aggiungete i cucchiai di acqua bollente (uno alla volta) mescolano con una frusta.
Versate la glassa su ogni panino e mettete da parte.
  5. Tagliate a metà i fichi e metteteli in una ciotola a macerare con la salsa di soia per una mezz’oretta. Filtrate quindi il succo ricavato dalla macerazione. In un padellino antiaderente fate scaldare un cucchiaio di olio evo; aggiungete un cucchiaino di amido di mais e lasciatelo sciogliere. Unite quindi la soia mista a succo di fichi e mescolate per bene fino a quando addenserà: a questo punto versate nel padellino i fichi e fate saltare il tutto a fiamma vivace per un paio di minuti.
  6. Dividete a metà ogni panino e farcite: disponete sul fondo le scaglie di formaggio di capra stagionato, un bel cucchiaio di fichi e una manciata di valeriana. Quindi servite.
    Dividete a metà ogni panino e farcite: disponete sul fondo le scaglie di formaggio di capra stagionato, un bel cucchiaio di fichi e una manciata di valeriana. Quindi servite.

briochine-con-fichi-alla-soia-vert-3

 

briochine-con-fichi-alla-soia-vert-2

briochine-con-fichi-alla-soia-vert1

Di Alessia Mirabella

Amo il suono del soffritto, dei piatti che tintinnano, della frutta secca che viene aggiunta nel composto prima di infornare un dolce. La mia cucina è semplice e sul mio blog arriva quello che in realtà mangio nella vita di tutti i giorni.
Il buon cibo è un mezzo di comunicazione molto importante, espressione di stati d'animo e sentimenti, lì dove le parole non arrivano, o non bastano.

Lascia un commento