Spalla di vitello ripiena
Porzioni Tempo di preparazione
6persone 40minuti
Tempo di cottura
3ore
Porzioni Tempo di preparazione
6persone 40minuti
Tempo di cottura
3ore
Ingredienti
Ripieno
Salsa/Contorno
Istruzioni
  1. Preparare 500 ml circa di brodo di carne; sarebbe meglio prepararne uno fresco il giorno prima, ma se non avete tempo potete farne uno di dado (sebbene il gusto, ovviamente, ne perda un po´)
Ripieno
  1. Togliere i bordi al pane in cassetta, tagliarlo in dadi e metterlo in una ciotola
  2. In una ciotola unire latte tiepido, panna, sale, pepe e noce moscata
  3. Versare il composto sul pane in cassetta tagliato, amalgamare fino a quando ogni pezzo sia bagnato
  4. Tagliare scalogno e cipolla e metterli a soffriggere nel burro. Quando sono imbionditi aggiungere il prezzemolo, precedentemente lavato e tritato, e appena appassisce togliere dal fuoco. Incorporare il tutto al pane e lasciar riposare 30 minuti
Salsa/Contorno
  1. Nel frattempo preparate il tutto per la salsa e contorno. Pulire e tagliare carote, sedano rapa, porro e limone (più sarà grande e maggiore sarà il sentore di aspro e amaro, quindi regolarsi in base ai gusti personali o ometterlo). Lavare le foglie di alloro e tenere a portata di mano mezzo litro di brodo precedentemente preparato.
Riempimento e cottura
  1. Aprire una tasca nella spalla di vitello, ma se non si è pratici è preferibile farlo fare al vostro macellaio di fiducia. Prendere il pane, amalgamarlo leggermente con le mani o con una forchetta. Inserire il ripieno nella carne, cercando di restare lontani dai bordi e chiudere (o con piccoli spiedi di metallo o cucendo). Sciogliere il burro e rosolare velocemente la spalla, il tempo di colorarla, aggiungere le verdure precedentemente preparate e un bicchiere di brodo. Infornare a 220 per 30 minuti e poi 2 ore e 30 a 170; aggiungere il brodo alla bisogna, piano piano per non far seccare la carne. Potrebbe anche non servirvi tutto
Recipe Notes

Quando riempite la tasca cercate di restare lontani dai bordi, soprattutto se come metodo di chiusura usate dei mini spiedi di metallo poiché il composto potrebbe trasbordare.

In ogni caso, se dovesse fuoriuscire, potete tranquillamente tagliarlo in pezzettoni e servirli come dei quasi knödel.

Se, invece, vi avanza l’impasto potete direttamente preparare i knödel: basta fare delle grandi palle. Li potete cuocere a parte nel brodo e servire come accompagnamento.

Per non buttare via nulla potrete lasciar seccare i bordi del pane in cassetta, per poi tritarli e avere del pangrattato.