Torta cioccolato e mandorle (gluten free)
Porzioni Tempo di preparazione
10 20minuti
Tempo di cottura
35minuti
Porzioni Tempo di preparazione
10 20minuti
Tempo di cottura
35minuti
Ingredienti
Istruzioni
  1. Setacciate la farina di teff, aggiungete la farina di mandorle, mescolate e tenete da parte.
  2. Spezzettate il cioccolato, mettetelo in una grossa ciotola di acciaio e fatelo sciogliere quasi completamente a bagnomaria, mescolando di tanto in tanto. Rimuovete la ciotola dal bagnomaria e mescolate fino a che il cioccolato è fuso completamente e liscio, quindi laciatelo intiepidire. Lascialo intiepidire (se necessario).
  3. Aggiungete al cioccolato il mix di mandorle-farina di teff, lo zucchero, il burro a pezzetti e il sale; lavora col mixer a velocità media fino a che gli ingredienti sono ben amalgamati e il composto risulta più denso e leggermente più chiaro di colore.
  4. Incorporate le uova, uno alla volta, e la scorza grattugiata del limone.
  5. Continuate a sbattere ad alta velocità per 1-2 minuti o fino a che l’impasto risulta soffice e di colore più chiaro: dovrebbe ricordare la consistenza di un frosting soffice al cioccolato.
  6. Trasferite l’impasto in uno stampo a cerniera da 20 cm di diametri, imburrato e foderato di carta forno, distribuendolo in modo uniforme.
  7. Fate cuocere in forno caldo a 190°C per circa 30-35 minuti, o fino a che uno stecchino inserito al centro ne esce con solo poce briciole umide attaccate.
  8. Trasferite lo stampo su una griglia, fate passare la lama sottile di un coltello tutto intorno alle pareti dello stampo per staccare la torta e lasciate raffreddare completamente, quindi trasferite delicatamente la torta su un vassoio e, a piacere, spolveratela di zucchero a velo prima di servire.
Recipe Notes

L’aggiunta della scorza grattugiata di limone non è prevista nella ricetta originale. Se, a differenza di me, non la amate in abbinamento al cioccolato, potete tranquillamente ometterla.

Per ottenere un impasto soffice e arioso assicuratevi che il cioccolato non sia troppo caldo e il burro (di ottima qualità) non troppo morbido; usate uova rigorosamente FREDDE di frigo.

La farina di teff si trova abbastanza facilmente nei negozi di prodotti biologici, tipo NaturaSì.

Durante il raffreddamento, la crosta sottile sulla superficie cede leggermente: è del tutto normale come anche che si sbricioli al taglio.

La torta si conserva a temperatura ambiente, ben coperta o in un porta torte, fino a 3 giorni, se dura! In alternativa, può essere anche congelata fino a 3 mesi.

 

Ricetta adattata da “Flavor Flours: A New Way to Bake With Teff, Buckwheat, Sorghum, Other Whole & Ancient Grains, Nuts & Non-wheat Flours” di A. Medrich.