Zeppola gluten free
Zeppola gluten free, dalla tradizione alle nostre tavole sglutinate, il dolce più famoso di San Giuseppe.
Tempo di preparazione
60
Tempo di cottura
35
Tempo di preparazione
60
Tempo di cottura
35
Ingredienti
Per la pasta choux
Per la crema pasticcera (di Luca Montersino)
Per la crema di ricotta
Per la finitura
Istruzioni
Per la crema pasticcera
  1. La sera precedente preparate la crema pasticcera. Lavorate con una frusta i tuorli con lo zucchero, unite le polveri e diluite con la panna e il latte. Versate tutto in una casseruola e cuocete la crema, mescolando di continuo, finché non rapprende. Cuocete circa 2′ e poi versate la crema in una ciotola, copritela con pellicola a contatto e fatela raffreddare. Quando è tiepida, conservatela in frigo fino al giorno dopo.
Per la pasta choux
  1. Versate in casseruola l’acqua, un pizzico di sale e il burro tagliato a piccoli tocchetti. Fate arrivare a bollore e poi versate le polveri, mescolando con un cucchiaio di legno. Continuate a cuocere la pastella, mescolando di continuo, per un paio di minuti e poi versatela in una ciotola.
  2. Incorporate un uovo alla volta, usando un frullatore elettrico munito di fruste. Versate l’impasto ottenuto in una sacca da pasticceria munita di un largo beccuccio rigato. Nel frattempo pre-riscaldate il forno a 180°. Foderate una teglia con carta da forno e disegnate delle spirali con la pasta choux, ripassando una seconda volta in modo che siano di spessore doppio. Cuocete le zeppole per circa 35’/40′. fatele raffreddare prima di guarnirle.
Per la crema di ricotta
  1. Passate la ricotta al setaccio fine e riunitela in una ciotola. Aggiungete lo zucchero (assaggiate per capire se la dolcezza è di vostro gradimento) e mescolate. Infine unite le gocce di cioccolato.
Finitura
  1. Mescolate vigorosamente la crema pasticcera in modo da lisciarla per bene. Versate le due creme in altrettante sacche da pasticceria munite di un largo beccuccio rigato. Decorate le sommità delle zeppole con abbondante crema. Decorate quelle alla crema pasticcera con una ciliegia candita (o amarena sciroppata).
  2. Decorate quelle alla crema di ricotta con frutta candita a cubetti piccoli e granella di pistacchio. Riponete in frigo fino al momento di servire.
Recipe Notes

La ricotta da preferire è quella di pecora, del giorno prima perché risulta più asciutta. Se non la trovate, potete usare quella vaccina che è meno grassa al palato e più facile da reperire.