La Tarte Tropézienne
Porzioni Tempo di preparazione
6persone 25minuti + 2 ore e mezza di lievitazione
Tempo di cottura
20minuti
Porzioni Tempo di preparazione
6persone 25minuti + 2 ore e mezza di lievitazione
Tempo di cottura
20minuti
Ingredienti
Per la brioche:
Per la crema:
Istruzioni
Impasto e prima lievitazione:
  1. Inserite nella ciotola della planetaria l’uovo, la farina setacciata, lo zucchero, il sale, il burro fatto sciogliere ma non caldo e l’acqua di fiori d’arancio. Azionate la macchina e lasciatela impastare per alcuni minuti. Nel frattempo, sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido (non caldo, altrimenti verrà inibita la sua azione lievitante), unendolo infine al resto dell’impasto e continuando a lavorare la brioche fino ad arrivare ad incordatura. Una volta ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, lasciatelo lievitare nella ciotola della planetaria per 2 ore circa, coperto da pellicola, a 25/28° C.
Crema pasticcera:
  1. Nel frattempo, dedicatevi alla preparazione della crema. Lasciate uova e burro a temperatura ambiente per almeno 30 minuti. Scaldate il latte con il baccello di vaniglia tagliato a metà e unitevi anche i semini prelevati con un coltello. Portate ad ebollizione, abbassate il fuoco e continuate la cottura per 20 minuti. Infine eliminate il baccello di vaniglia e mettete da parte il latte.
  2. Con le fruste elettriche sbattete le uova e il tuorlo insieme allo zucchero e alla maizena. Unite metà del latte caldo e continuate a mescolare. Rimettete il tutto sul fuoco, aggiungendo anche il latte restante e mescolando finché si addensa.
  3. Togliete la crema dal fuoco e aggiungete il burro, amalgamate sempre con una frusta fino a completo assorbimento, dopodiché mettete a raffreddare (prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero), comprendo con pellicola a contatto.
Seconda lievitazione e cottura:
  1. Riprendete l’impasto e sgonfiatelo con le dita. Ribaltatelo sul piano di lavoro, pirlatelo aiutandovi con un tarocco e disponetelo in uno stampo a cerniera da 20 cm, imburrato (o ingrassato con un distaccante spray). Coprite con un canovaccio o con della pellicola e lasciate lievitare nuovamente per circa un’ora.
  2. Accendete il forno a 190° C, statico. Nel frattempo, trascorsa la lievitazione della brioche, scopritela e spennellate la superficie con il tuorlo d’uovo e un cucchiaio di latte. Spolverate con la granella di zucchero e cuocete in forno per 20 minuti circa, fino a che la superficie diventa bella dorata. Infine sfornate e fate raffreddare la brioche su una gratella.
Assemblaggio delle creme e farcitura:
  1. Mettete la panna fresca e le fruste in freezer per 15 minuti. Versate la panna in un recipiente e montatela ben ferma, aggiungendo dopo poco l’acqua di fior d’arancio. Incorporate la panna alla crema pasticcera, con movimenti lenti dal basso verso l’alto, per non smontarla.
  2. Tagliate la brioche a metà e farcitela con la crema, aiutandovi con un sac-à-poche munito di bocchetta a stella. Chiudete la tarte con la metà restante della brioche e servite.
Recipe Notes

La versione originale, gelosamente custodita da Micka, prevede una farcitura con la crema chiboust, che altro non è che crema pasticcera unita ad una meringa italiana. La tarte tropézienne si mantiene per qualche giorno in frigorifero, e il giorno seguente alla preparazione sarà ancora più buona, in quanto la brioche assorbirà bene la crema e l’aroma di fior d’arancio. Se la chantilly dovesse essere troppo morbida, lasciatela rapprendere per un’oretta in frigo e poi procedete alla farcitura della brioche.