Torta salata integrale al Radicchio di Chioggia IGP, ricotta, formaggio e noci

ottima da preparare in anticipo e poi scaldare, perfetta in ogni occasione!

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 60 minuti
  • Costo: basso
condivisioni

Ne esistono varie versioni, di varie forme e con svariati ingredienti, ottima anche come preparazione svuota-frigo, ci permette di consumare e cucinare con quello che abbiamo già in casa. Sto parlando della torta salata, ottima da preparare in anticipo e riscaldare, oppure da realizzare anche all’ultimo, sfornarla e portarla in tavola ancora calda.
La torta salata si presta benissimo per svariate occasioni, si può portare al lavoro o in università come pranzo, può essere tagliata a piccole fette e proposta in aperitivi e apricene oppure può diventare parte fondamentale di un pasto: proponendola come antipasto o da mettere in centro tavola per accompagnare le altre portate.
La ricetta che vi proponiamo oggi è realizzata con una pasta brisè integrale fatta in casa e farcita con ingredienti freschi come la ricotta, il formaggio, le noci e il Radicchio di Chioggia IGP, protagonista di questa ricetta, che ha ottenuto il marchio IGP nel 2008.
Voi cosa sapete del Radicchio Chioggia IGP? Un prodotto che spesso si dà per scontato, senza tener conto del suo valore, della sua preziosità in cucina e della sua ricca storia. Cercheremo di rispondere a tutte le domande principali su questa eccellenza gastronomica.

COME SI PRESENTA? CHE SAPORE HA?

Il Radicchio di Chioggia IGP ha il cespo tondeggiante e compatto, con foglie di colore rosso più o meno intenso con nervature centrali e secondarie bianche, sapore gradevolmente amarognolo e consistenza croccante.

IN CHE PERIODO SI COLTIVA E SI RACCOGLIE?

Il disciplinare della IGP Radicchio di Chioggia distingue la produzione in due tipologie: “precoce”, con raccolta dal 1° aprile al 15 luglio, e “tardivo”, con raccolta dal 1° settembre al 31 marzo.
La semina del tipo Precoce viene effettuata da metà dicembre fino a fine marzo in semenzaio e dai primi di marzo direttamente sul campo. Mentre il radicchio Tardivo, viene seminato in semenzaio da inizio estate ai primi di settembre o direttamente in campo in luglio-agosto.

DOVE E QUANDO SI HANNO PRIME NOTIZIE DEL RADICCHIO CHIOGGIA?

Le cultivar di radicchio attualmente coltivate derivano da individui a foglie rosse introdotte in Europa intorno al XV secolo, che si sono diffuse nelle zone tipiche del Veneto nel secolo successivo. Nei primi decenni del 1900 il radicchio di Chioggia iniziò ad assumere la sua forma caratteristica grazie all’intelligente e lungimirante lavoro degli ortolani locali, che, attraverso una paziente selezione massale dei cespi di forma più raccolta con foglie centrali embricate, ottennero il radicchio variegato di Chioggia prima, quindi, selezionando piante con screziature rosse sempre più diffuse ed estese, arrivarono attorno agli anni cinquanta a quel radicchio a palla rossa che oggi porta il nome di Chioggia in tutto il mondo.

DOVE SI PRODUCE IL RADICCHIO CHIOGGIA?

La zona di produzione del Radicchio di Chioggia IGP comprende l’intero territorio dei comuni di Chioggia, in provincia di Venezia, per la tipologia Tardiva e Rosolina, in provincia di Rovigo, per la tipologia Precoce.

SAPEVI CHE:

Il Radicchio di Chioggia IGP ha molte proprietà benefiche per l’organismo, tra cui il vantaggio di essere un buon antiossidante, soprattutto dopo la cottura. Può essere mangiato crudo o utilizzato per cucinare piatti cotti come risotti, lasagne o nel nostro caso vi stiamo per svelare come preparare un’ottima torta salata con il Radicchio Chioggia.

Ingredienti per 6 Persone

Per la pasta brisè

Per il ripieno

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

Per la pasta brisè
  1. In una ciotola versare tutti gli ingredienti per la pasta brisè ed impastare fino ad ottenere un composto omogeneo.

    In una ciotola versare tutti gli ingredienti per la pasta brisè ed impastare fino ad ottenere un composto omogeneo.
  2. Dividere in 3 parti uguali la brisè, formare dei panetti rettangolari e sottili, avvolgerli nella pellicola e lasciarli riposare in frigo per almeno 2-3 ore o meglio ancora prepararli il giorno precedente e lasciare riposare i panetti tutta la notte.

    Dividere in 3 parti uguali la brisè, formare dei panetti rettangolari e sottili, avvolgerli nella pellicola e lasciarli riposare in frigo per almeno 2-3 ore o meglio ancora prepararli il giorno precedente e lasciare riposare i panetti tutta la notte.
  3. Togliere i panetti di brisè dal frigo e lasciarli a temperatura ambiente 5 minuti prima di utilizzarli. Stendere 2 panetti con un matterello fino a raggiungere uno spessore sottile di circa 2-3 mm.

    Togliere i panetti di brisè dal frigo e lasciarli a temperatura ambiente 5 minuti prima di utilizzarli. 
Stendere 2 panetti con un matterello fino a raggiungere uno spessore sottile di circa 2-3 mm.
  4. Adagiare uno dei due impasti stesi su un foglio di carta da forno e uno sul piano da lavoro e tagliare con una rotella della pizza delle strisce tutte uguali, una parallela all'altra, della larghezza di circa 1,5 cm. Alzare in modo alternato le strisce sulla carta da forno e nel frattempo incastrare le strisce tagliate sul piano da lavoro con quelle sulla carta da forno. Continuare ad adagiare le strisce fino ad ultimarle, alternandole tra loro e formando così un intreccio.

    Adagiare uno dei due impasti stesi su un foglio di carta da forno e uno sul piano da lavoro e tagliare con una rotella della pizza delle strisce tutte uguali, una parallela all'altra, della larghezza di circa 1,5 cm. Alzare in modo alternato le strisce sulla carta da forno e nel frattempo incastrare le strisce tagliate sul piano da lavoro con quelle sulla carta da forno.
Continuare ad adagiare le strisce fino ad ultimarle, alternandole tra loro e formando così un intreccio.
  5. Utilizzare il bordo della tortiera per intagliare su misura il disco che diventerà il coperchio della torta salata.

    Utilizzare il bordo della tortiera per intagliare su misura il disco che diventerà il coperchio della torta salata.
  6. Spostare il disco intrecciato e adagiato sulla carta da forno in congelatore per circa 10-15 minuti, in modo che diventerà rigido e potrà essere spostato e adagiato successivamente sulla torta salata.

    Spostare il disco intrecciato e adagiato sulla carta da forno in congelatore per circa 10-15 minuti, in modo che diventerà rigido e potrà essere spostato e adagiato successivamente sulla torta salata.
Per il ripieno
  1. Prendere il radicchio, tagliarlo in modo sottile, lavarlo e asciugarlo. In una pentola scaldare i 3 cucchiai di olio e aggiungere successivamente il radicchio e un pizzico di sale fino a farlo soffriggere e precuocere.

    Prendere il radicchio, tagliarlo in modo sottile, lavarlo e asciugarlo. In una pentola scaldare i 3 cucchiai di olio e aggiungere successivamente il radicchio e un pizzico di sale fino a farlo soffriggere e precuocere.
  2. In una ciotola, con una frusta a mano, sbattere le uova con un pizzico di sale, un pizzico di pepe, il formaggio grana grattugiato e il prezzemolo tritato. Aggiungere successivamente il formaggio latteria tagliato a cubetti e il radicchio precedentemente cotto.

    In una ciotola, con una frusta a mano, sbattere le uova con un pizzico di sale, un pizzico di pepe, il formaggio grana grattugiato e il prezzemolo tritato. Aggiungere successivamente il formaggio latteria tagliato a cubetti e il radicchio precedentemente cotto.
  3. Tritare grossolanamente le noci e aggiungerle al ripieno di radicchio.

    Tritare grossolanamente le noci e aggiungerle al ripieno di radicchio.
  4. Stendere il terzo panetto di pasta brisè, che avremo lasciato fuori dal frigo per circa 5 minuti per farlo ammorbidire, fino a raggiungere e foderare una tortiera precedentemente imburrata e infarinata del diametro di 22-24 cm. Versare il ripieno di radicchio precedentemente preparato.

    Stendere il terzo panetto di pasta brisè, che avremo lasciato fuori dal frigo per circa 5 minuti per farlo ammorbidire, fino a raggiungere e foderare una tortiera precedentemente imburrata e infarinata del diametro di 22-24 cm. Versare il ripieno di radicchio precedentemente preparato.
  5. Inumidire di acqua la superficie del bordo di brisè e adagiare il disco intrecciato. In questo modo l’acqua aiuterà a sigillare le due parti di brisè. Cuocere in forno statico a 175°/180° per circa 55-60 minuti.

    Inumidire di acqua la superficie del bordo di brisè e adagiare il disco intrecciato. In questo modo l’acqua aiuterà a sigillare le due parti di brisè. Cuocere in forno statico a 175°/180° per circa 55-60 minuti.
Note

Dosi per una tortiera di 22-24 cm di diametro.

Per la pasta brisè è importante che l’acqua utilizzata nell’impasto sia molto fredda. Anche il
burro dovrà essere abbastanza freddo, sarà sufficiente toglierlo dal frigo 5 minuti prima.
È consigliato servire la torta tiepida. Potrete portarla in tavola dopo pochi minuti che
l’avrete sfornata oppure è possibile prepararla con anticipo e riscaldarla in forno.
Questa torta salata si conserva in frigorifero per 2-3 giorni.

 

21 novembre 2018

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia