Cavatelli alla lucana

Un piatto che profuma di tradizione

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 120 minuti
  • Costo: basso
condivisioni

La Basilicata, anticamente denominata Lucania, è una terra ricca di storia, tradizioni  con  una gastronomia semplice e genuina. 

Alcune zone hanno conservato ancestrali ricordi delle origini dell’uomo.

Matera, città dei sassi, patrimonio  immateriale dell’Unesco e prossima città della cultura 2019 ne è l’esempio più concreto.

Passeggiando fra le sue vie si scopre una  città in fermento: il ticchettio del fabbro, le opere dei tufelli esposte, mini ruspe al lavoro fra le strette vie dei sassi… poi basta allontanarsi un pò per costeggiare la Gravina e sentire il ruscello che scorre per perdersi all’orizzonte con un gioco di grotte e insenature.

In piazza invece si respira aria di festa con la musica in filodiffussione mentre ti fermi a fotografare le opere scultoree e imponenti di Dali.

Perdendosi nelle vie più nascoste si riescono a scorgere frammenti di vita quotidiana come i panni stesi e l’odore di ragù. 

Quel ragù cotto a fuoco lento e per diverse ore che sarà il condimento principe del pranzo e che riunirà intorno alla tavola l’intera famiglia.

La Lucania, Matera: una regione, una città in fermento dove tutto è in armonia  guardando e puntando al futuro senza perdere di vista le proprie radici e tradizioni che ritroviamo nei suoi piatti tipici come i cavatelli alla lucana.

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Tritate un paio di spicchi d'aglio col prezzemolo, cospargete con questo trito le fette di carne, pepate, stendevi le fette di pancetta e terminate con il formaggio grattugiato e con una spolverata di cannelle.

    Tritate un paio di spicchi d'aglio col prezzemolo, cospargete con questo trito le fette di carne, pepate, stendevi le fette di pancetta  e terminate con il formaggio grattugiato e con una spolverata di cannelle.
  2. Arrotolate la carne e legatela con l'apposito filo.

    Arrotolate la carne e legatela con l'apposito filo.
  3. In una casseruola rosolate nell'olio la carne, sigillandola bene su ogni lato.

    In una casseruola rosolate nell'olio la carne, sigillandola bene su ogni lato.
  4. Quando la carne sarà ben rosolatela bagnatela con il vino, appena consumato, salate, pepate e aggiungete la salsa di pomodoro.

    Quando la carne sarà ben rosolatela bagnatela con il vino, appena consumato, salate, pepate e aggiungete la salsa di pomodoro.
  5. Portate il ragù coperto col coperchio a cotttuta a fuoco lento per un paio d'ore.

    Portate il ragù coperto col coperchio a cotttuta a fuoco lento per un paio d'ore.
  6. In abbondante acqua salata cuocete i cavatelli, scolateli e conditeli con la salsa.

    In abbondante acqua salata cuocete i cavatelli, scolateli e conditeli con la salsa.

La tradizione vuole che si portino in tavola i cavatelli insieme agli involtini di carne.

 

 

 

 

25 Dicembre 2018

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia