Tartine elettriche

L’antipasto che dà la scossa

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 20
  • Costo: basso
condivisioni

L’idea di queste tartine elettriche mi è venuta dopo essermi imbattuta per caso in una ricetta che da tempo avevo dimenticato, ma che, volente o nolente è entrata a far parte del mio bagaglio culturale già in tenera età. Infatti le mie origini piemontesi non mi abbandonano mai e nonostante ami sempre sperimentare nuovi sapori e ricette a me lontane, alla fine (come per tutti credo) cado sempre dal lato dove pendo e quindi che io lo voglia o no, ogni tanto mi piace sentire profumi e sapori che ricordino la mia infanzia. Ecco, il tomino elettrico è uno di questi sapori e quindi ho deciso di rivisitarlo leggermente facendolo diventare qualcosa di un po’ più leggero, meno impegnativo, adatto a un aperitivo o un antipasto, ma senza perdere quello che conta: il suo sapore intenso e deciso che dà la scossa!

Ingredienti per 8 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Per preparare le tartine elettriche, occupati innanzitutto della salsa: in un mixer dotato di lame in metallo metti 10 g di prezzemolo fresco, 2 acciughe sott’olio ben scolate, 1 spicchio di aglio sbucciato, 1 cucchiaino di peperoncino secco tritato, 50 ml di olio di oliva, un generoso pizzico di sale, un generoso pizzico di pepe e 1 cucchiaio di aceto di vino bianco.

    Per preparare le tartine elettriche, occupati innanzitutto della salsa: in un mixer dotato di lame in metallo metti 10 g di prezzemolo fresco, 2 acciughe sott’olio ben scolate, 1 spicchio di aglio sbucciato, 1 cucchiaino di peperoncino secco tritato, 50 ml di olio di oliva, un generoso pizzico di sale, un generoso pizzico di pepe e 1 cucchiaio di aceto di vino bianco.
  2. Aziona il mixer a scatti fino a quando avrai ottenuto un composto tritato uniformemente, non troppo fine.

    Aziona il mixer a scatti fino a quando avrai ottenuto un composto tritato uniformemente, non troppo fine.
  3. Trasferisci questa crema in una ciotola e lasciala riposare per 15 minuti, in maniera che i sapori e i profumi si amalgamino bene fra loro.

    Trasferisci questa crema in una ciotola e lasciala riposare per 15 minuti, in maniera che i sapori e i profumi si amalgamino bene fra loro.
  4. Poco prima di servire le Tartine elettriche in tavola, spalma le 8 fette di pane con 90 g di tomino fresco (o di caprino fresco).

    Poco prima di servire le Tartine elettriche in tavola, spalma le 8 fette di pane con 90 g di tomino fresco (o di caprino fresco).
  5. Guarnisci ognuna con un cucchiaino di salsa piccante al prezzemolo e un’acciuga sott’olio ben scolata. Le tue tartine elettriche sono pronte per essere servite in tavola!

    Guarnisci ognuna con un cucchiaino di salsa piccante al prezzemolo e un’acciuga sott’olio ben scolata. Le tue tartine elettriche sono pronte per essere servite in tavola!
Note

Per questa ricetta bisognerebbe utilizzare i tomini piemontesi, che sono dei piccoli formaggi di latte di vacca, di solito a forma tubolare, simili al caprino fresco o alla robiola. Dato che non si trovano spesso al di fuori del Piemonte, una buona alternativa è appunto il caprino fresco, di latte di vacca o di capra, oppure quello che spesso si trova con il nome di Fiorone di capra. Il Philadelphia? No, quello lo userei per altre preparazioni.

I tomini elettrici in piemonte sono esclusivamente quelli al peperoncino, perché poi quelli verdi sono i tomini al verde. In questa ricetta invece ho preferito mixare le due ricette per dare un sapore ancora più accentuato a queste tartine.


30 Gennaio 2019

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia