Categorie
Eventi News

Torna l’Italia Beer Festival

Il weekend che va dal 24 al 26 marzo per gli appassionati del mondo brassicolo sarà imperdibile: torna l’appuntamento annuale con Italia Beer Festival, manifestazione giunta alla tredicesima edizione, che vede in scena i migliori birrifici artigianali d’Italia. Tre giorni dedicati alla degustazione delle birre artigianali, ai laboratori didattici, agli assaggi e ai concerti, in un turbinio di eventi che farà tremare i locali degli East Stand Studios, oltre ai numerosi abbinamenti gastronomici, con i pranzi e le cene che vedranno piatti abbinati alle birre in degustazione: panino al cavallo, pizza gourmet, fritto ascolano e tante altre golosità.

Ricco il parterre degli ospiti, con oltre 300 birre in degustazione e una trentina di birrifici artigianali presenti, selezionati secondo la qualità e tecnica di lavorazione del prodotto: vengono da tutta Italia per portare a Milano il meglio della birra della Penisola. Il pubblico potrà partecipare gratuitamente ai laboratori per imparare il metodo di degustazione della birra e far proprie le conoscenze su questo mondo affascinante quanto inesplorato. Il laboratorio più ambito e peculiare sarà dedicato alle birre senza glutine in collaborazione con il birrificio Etnia: si imparerà a degustarle e capire i metodi di lavorazione per ottenerle.

Quest’anno c’è un evento nell’evento: all’interno dell’Italia Beer Festival il primo Hypelife Music Festival, organizzato dal collettivo milanese Hypelife in uno dei tre padiglioni degli East End Studios, tre giorni all’insegna della musica, della danza, con workshop e live painting.

News 1303 foto2

Categorie
Eventi News

Torna a Roma “I Migliori Vini Italiani”

Dopo il successo di Milano lo scorso dicembre, Luca Maroni, analista sensoriale e nota firma enologica italiana, torna nella Capitale con l’edizione nazionale di “I Migliori Vini Italiani“, la manifestazione dedicata al mondo del vino che vede la partecipazione di oltre 100 espositori e più di 600 etichette. In programma presso il Salone delle Fontane dell’Eur, da giovedì 16 a domenica 19 febbraio, l’edizione 2017 de I Migliori Vini Italiani si inaugura anche quest’anno con la consueta consegna dei riconoscimenti da parte di Luca Maroni alle più importanti aziende vitivinicole italiane, nella serata di giovedì 16 febbraio ore 20.00. Alla premiazione si alterneranno momenti musicali e rappresentazioni artistiche, alla presenza esclusiva della stampa specializzata e degli operatori del settore.

I vini saranno premiati secondo il metodo di degustazione scientifico creato dallo stesso Luca Maroni, basato sul principio che la qualità del vino è la piacevolezza del suo sapore e sui tre parametri di Consistenza, Equilibrio e Integrità. Durante le quattro giornate, i visitatori potranno scoprire attraverso il suggestivo percorso ideato, le migliori etichette della produzione italiana proposte in libera degustazione. Deliziosi assaggi di specialità gastronomiche di accreditate aziende food Made in Italy arricchiranno le degustazioni.

In programma diversi altri eventi collaterali, tra cui i Wine Tasting, laboratori di degustazione a cura di Luca Maroni e in collaborazione con l’Associazione Gruppo SILIS (Lingua dei Segni Italiana LIS), incentrati sulla sua metodologia di analisi sensoriale, durante i quali il pubblico di appassionati potrà scoprire le caratteristiche organolettiche di circa 10 vini di aziende presenti alla manifestazione (l’accesso ai laboratori è incluso nel costo del biglietto, fino ad esaurimento posti e previa prenotazione sul sito www.imiglioriviniitaliani.com).

Novità di quest’anno, Sentori Di-Vini: degustazioni guidate di vini e sentori condotte da Luca Maroni e Ambra e Giorgia Martone del LabSolue in un originale gioco di squadra e rimandi, un inedito confronto alla scoperta dei paesaggi olfattivi della natura e del vino. Legni, Fiori, Frutti e le mille combinazioni possibili di eco olfattive nel vino, introdotte e poeticamente commentate da Luca Maroni e dai due nasi.

Lo spazio espositivo si arricchirà anche di note musicali: gli interventi saranno a cura di Villa Incanto che coinvolgerà gli astanti in nuovo ed esaltante modo di vivere l’Opera. Infine, per tutti coloro che vorranno visitare la manifestazione con i propri figli durante il weekend, I Migliori Vini Italiani – Roma offre la possibilità di far divertire i più piccini nello spazio della ludoteca Pinguini e Paperette di Silvia Caputo, con laboratori e attività dedicate ai bambini dai 5 anni in su dove si potranno misurare, divertendosi, con giochi legati alla vigna, all’uva e alle preparazioni alimentari (l’ingresso alla ludoteca sarà consentito dalle ore 16.00 alle ore 19.00 di sabato 18 e domenica 19 al costo di 5.00 € e fino ad esaurimento posti disponibili).

Roma 16 – 19 febbraio 2017
Salone delle Fontane – Eur
Prezzo: 20 euro (include bicchiere e tasca porta bicchiere).
Ingresso gratuito per gli operatori del settore, previo accredito sul sito www.imiglioriviniitaliani.com o al desk nei giorni di manifestazione.

Orari al pubblico
Giovedì 16 febbraio dalle ore 20.00 alle ore 24.00
Venerdì 12 febbraio dalle ore 16.00 alle ore 24.00 (ultimo ingresso ore 23.00)
Sabato 13 febbraio dalle ore 16.00 alle ore 24.00 (ultimo ingresso ore 23.00)
Domenica 14 febbraio dalle ore 16.00 alle ore 21.00 (ultimo ingresso ore 20.00)

News 0302 foto2

Salva

Salva

Categorie
Eventi News

Taste of Christmas: a Bologna dal 25 al 27 novembre

Una tre giorni non stop ad altissimo tasso di gusto: una staffetta ininterrotta dei migliori chef dell’Emilia Romagna e non solo, che trasformerà le sale di Palazzo Re Enzo in una vera e propria “corte” dell’alta enogastronomia, con un occhio di riguardo alla tavola delle feste. È il menu di Taste of Christmas, in programma dal 25 al 27 novembre a Bologna. Dopo gli oltre 9mila visitatori del 2015, Taste Festival torna a Bologna, un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati di cucina d’autore, con proposte d’eccellenza per tutte le tasche. 

16 gli chef che si alterneranno nei tre giorni, dal pranzo alla cena, proponendo menu dedicati di tre piatti, più un piatto speciale a tema natalizio affinché il visitatore possa comporre il proprio menu ideale. Novità di questa edizione è il Charity Restaurant, organizzato in collaborazione con Esselunga, il cui intero ricavato sarà devoluto in beneficenza e dove tre chef ospiti dal resto d’Italia si alterneranno in cucina per la durata della manifestazione.

L’augurio, dato che siamo in tema natalizio, è quello di replicare e superare il grande successo dello scorso anno, e quell’atmosfera così unica che la città di Bologna ci ha saputo regalare – commenta Mauro Dorigo, General Manager di Brand Events Italy, che organizza l’evento – Dal nostro canto siamo certi che sapremo soddisfare un pubblico che è sempre più attento, intelligente e selettivo, che non si accontenta più dell’ampia offerta enogastronomica ma vuole il meglio: e trovare in un unico luogo 16 chef a prezzi popolari è senza dubbio un’esperienza che rende unica questa manifestazione“.

PREZZI, INGRESSI E ATTIVITA’ – L’ingresso alla manifestazione è libero, con obbligo di consumazione di 15 bajocchi a persona. A Taste of Christmas si utilizzerà, infatti, l’antica moneta bolognese: il bajocco. All’ingresso sarà possibile acquistare la Card Bajocchi del valore di €15, che potrà essere ricaricata in qualunque momento e con qualunque importo presso le casse e i Wine Bar dislocati lungo il percorso. I piatti proposti dagli chef avranno un costo compreso tra i sei e i dieci bajocchi (cambio Euro-Bajocchi = 1:1).

GLI ORARI DI APERTURA
Venerdì 25 novembre 18:00 – 23:00
Sabato 26 Novembre 12:00 – 23:00
Domenica 27 Novembre 12:00 – 21:00

news-1411-foto2

Categorie
Eventi News

“Ein Prosit 2016”: il coraggio di cambiare

Con il raggiungimento della maggiore età si acquisisce maturità e si affrontano importanti cambiamenti: Ein Prosit, la principale rassegna enogastronomica del Nordest Italia, giunge alla sua diciottesima edizione e lo fa proponendo “Il coraggio di cambiare” come tema portante: verranno raccontate e illustrate le ultime innovazioni che stanno rivoluzionando il panorama enogastronomico mondiale e verrà dato ampio spazio ai nuovi giovani protagonisti di questo cambiamento su scala nazionale e internazionale.

Organizzata dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano – con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e in collaborazione con la Regione Fvg, L’ERSA che presenta il progetto AQUA, TurismoFVG, Banca Friuladria/Créedit Agricole, KitchenAid (main sponsor della diciottesima edizione), la Provincia di Udine, la Camera di Commercio di Udine, i Comuni di Tarvisio e Malborghetto, Pronto Auto-Jeep mentre Acqua Dolomia , Moroso, Petra Molino Quaglia, Waf Design For Wine e Castellani Food Equipment sono i partner tecnici della manifestazione – la diciottesima edizione Ein Prosit che si terrà sempre a Tarvisio e Malborghetto, da giovedì 20 a domenica 23 ottobre propone un programma da record che sarà in grado di richiamare in Friuli Venezia Giulia migliaia di appassionati e gourmand da tutta Italia e da diverse località oltre confine, in primis dalle vicine Austria e Slovenia, occupando per l’intero fine settimana tutte le strutture ricettive del Tarvisiano: saranno quasi 100 gli appuntamenti del cartellone tra la mostra assaggio, le degustazioni guidate, i laboratori dei sapori (a cura di Enzo Vizzari e Paolo Vizzari delle Guide dell’Espresso), le cene nelle case e nei ristoranti con grandi chef italiani e internazionali, gli incontri ravvicinati con 150 tra i più importanti produttori del panorama enogastronomico italiano e internazionale, la cena a più mani organizzata dai ristoratori del Tarvisiano e della Valcanale che giovedì 20 ottobre inaugurerà Ein Prosit 2016 e la cena evento stellata a 10 mani con Ana Roš, Emanuele Scarello, Christian e Manuel Costardi, Renato Bosco che chiuderà ufficialmente la rassegna.

Tantissime saranno le stelle Michelin protagoniste delle cene in programma nelle case e in alcuni dei ristoranti del Tarvisiano con alcuni dei più grandi cuochi italiani e internazionali, che propongono il meglio della propria cucina abbinato ai vini del Friuli Venezia Giulia: il francese Philippe Léveillé del Ristorante Miramonti L’Altro (2 stelle), i fratelli Costardi dell’Hotel Cinzia (1 stella), Riccardo Camanini del Lido84 (1 stella), Luciano Monosilio del Pipero al Rex (1 stella) che a grande richiesta tornerà in cucina sul monte Lussari.

Il programma completo della diciottesima edizione e la vantaggiosa offerta turistica di Ein Prosit sono consultabili al sito www.einprosit.org

news-1910-foto2

 

 

Categorie
Eventi News

Fermentazioni 2016: Italian Craft Beer Fest

Ritorna Fermentazioni, il festival ispirato alla birra di qualità e al made in Italy. Alla selezione di 30 birrifici si aggiungeranno nuovi ospiti, tra pionieri ed emergenti. Fermentazioni nasce dall’idea di raccontare la birra artigianale in chiave innovativa mettendo in rete le più interessanti realtà brassicole nazionali. Come lo scorso anno, uno spazio dal design originale, le Officine Farneto, farà da cornice ad atmosfere suggestive, birra di qualità, arte, gusto e socialità. Fermentazioni rappresenta infatti un felice connubio tra l’idea di cultura brassicola italiana contemporanea e quella di evento per tutti che scalda, accoglie e crea interazione.

BEERLAB
I protagonisti, gli artigiani del festival, il cuore pulsante di Fermentazioni, i birrifici e i loro volti: i birrai. La selezione ospiterà 30 produttori considerati tra i principali esponenti del movimento birrario italiano. Uno spaccato della scena brassicola nazionale che vedrà convivere birrai pionieri accanto a giovani novità emergenti ed esponenti di una realtà che evolve velocemente, come la selezione di Fermentazioni. Intorno a loro ruoteranno numerose attività legate al mondo della birra che racconteranno idee, novità sulla scena brassicola e abbinamenti insoliti attraverso un ricco programma di seminari e laboratori di degustazione. Nella prossima edizione largo ai giovani birrai, ecco i nomi dei nuovi partecipanti: Birrificio del Doge, Canediguerra, Eastside, La Ribalta, P3 Brewing, Ritual Lab. La selezione dei birrifici ruoterà come ogni anno intorno a tre criteri fondamentali: qualità, alternanza tra nomi consolidati ed emergenti, rappresentatività geografica di tutta l’Italia birraria. L’elenco completo dei 30 birrifici partecipanti su www.fermentazioni.it.

FOODLAB
Fermentazioni dà anche appuntamento con il gusto nell’area food con tante proposte gastronomiche orientate alla varietà dell’offerta e alla qualità. Nell’area esterna attrezzata sarà possibile scegliere tra un menu semplice e gustoso o tra le proposte pret a manger per tutti i gusti: cibi di strada, hamburger e panini gourmet.

KIDSLAB
E chi l’ha detto che un festival sulla birra non possa essere family friendly? Aree e tavoli gioco gratuiti e un programma ricco di attività a ciclo continuo per i piccoli del festival in collaborazione con WorkInProject, associazione culturale specializzata in didattica museale e storia dell’arte contemporanea.

BIGLIETTI E ORARI
via Dei Monti della Farnesina, 77 – zona Monte Mario – Stadio Olimpico
Venerdì 16 settembre dalle 16.00 alle 2.00
Sabato 17 settembre dalle 12.00 alle 2.00
Domenica 18 settembre dalle 12.00 alle 24.00
Ingresso: 10 euro comprensivi di bicchiere e porta bicchiere

Categorie
Eventi News

Aria di Festa 2016: la festa del Prosciutto di San Daniele

Il Consorzio del Prosciutto di San Daniele rinnova l’appuntamento con Aria di Festa, storica festa del prosciutto che si terrà dal 24 al 27 giugno 2016 a San Daniele del Friuli (UD), una quattro giorni di sapori, musica, eventi, cultura e spettacoli. Realizzata in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, per il tramite di PromoTurismoFVG, Aria di Festa è l’appuntamento enogastronomico e culturale alla scoperta del gusto e della tradizione della sua terra che, dal 1984, si tiene a San Daniele del Friuli. Ogni anno, durante l’ultimo fine settimana di giugno, Aria di Festa trasforma il centro storico cittadino in una grande sala di degustazione, aprendo ai visitatori le porte dei prosciuttifici per accompagnarli in visite guidate che consentono loro di entrare in contatto diretto con gli unici luoghi dove avviene la produzione di questa eccellenza italiana, assaporandone le peculiarità con tutti i sensi. Oltre all’offerta enogastronomica, Aria di Festa propone una grande varietà di eventi legati all’arte, alla musica e al teatro, coinvolgendo grandi nomi della cultura, del giornalismo, del cinema e dello spettacolo.

ARIA DI FESTA: IL PROGRAMMA ENOGASTRONOMICO

Per scoprire i segreti del Prosciutto di San Daniele e del patrimonio enogastronomico del territorio, il Consorzio propone lezioni di taglio, degustazioni presso i prosciuttifici aperti, laboratori didattici, mostre degli strumenti storici di lavorazione del prodotto e corsi di cucina gratuiti (previa iscrizione via e-mail all’indirizzo eventi@prosciuttosandaniele.it).

 Anche quest’anno, La Scuola de La Cucina Italiana animerà il weekend con una serie di mini corsi di cucina gratuiti, durante i quali i partecipanti riceveranno i consigli di uno degli chef della Scuola, imparando a realizzare piatti semplici e gustosi con il Prosciutto di San Daniele DOP.

 ARIA DI FESTA: IL PROGRAMMA ARTISTICO – CULTURALE

Nei quattro giorni di kermesse, durante il giorno presso il cinema Splendor, si svolgeranno gli incontri previsti dal ricco calendario con la partecipazione di esponenti di rilievo del mondo della cultura, dell’arte e dello spettacolo come Serena Dandini, Gene Gnocchi, Vittorino Andreoli, Mauro Corona, Oliviero Toscani, Alberto Angela e Pupi Avati.

Alla sera, grandi nomi della musica italiana e internazionale si esibiranno in concerti gratuiti nelle location di piazza Duomo e dello stadio Zanussi. A dare inizio al ricco programma musicale, venerdì 24 saranno i Tiromancino ad esibirsi in concerto; sabato 25 giugno alle ore 20.00 sarà la volta di Roberto Vecchioni e alle ore 22:00 di Elio e Le Storie Tese con il Piccoli Energumeni Tour; domenica 26 giugno si esibiranno Gino Paoli e Danilo Rea alle ore 20:00 mentre alle ore 22:00 si terrà lo spettacolo di Goran Bregovic, Chi non diventa pazzo non è normale.

Per ulteriori informazioni: www.ariadifesta.it

Categorie
Eventi News

A Vinòforum 20 cuochi stellati alla ricerca dell’abbinamento perfetto

Si scaldano i motori per Vinòforum – Lo Spazio del Gusto, l’appuntamento in scena da venerdì 10 a domenica 19 giugno 2016 presso gli apposti spazi di Lungotevere Maresciallo Diaz. Tra i format all’interno di Vinòforum 2016 dedicati all’alta cucina spiccano Cantine da Chef International Edition e Chef’s Table, per i quali 20 nomi noti, e stellati, della ristorazione nazionale e internazionale, si esibiranno ai fornelli alla ricerca dell’abbinamento perfetto con i vini di importanti cantine presenti alla XIII edizione della kermesse capitolina.

Novità assoluta di quest’anno sarà Cantine da Chef International Edition: 10 chef stellati – uno a sera per tutta la durata della manifestazione – provenienti dalle principali città europee, e non solo, proporranno dei percorsi di 3 portate pensati per accompagnare le etichette di alcune delle migliori aziende del Bel Paese. Per tutti gli chef partecipanti inoltre si tratterà della prima esibizione su suolo italiano, un’occasione decisamente da non perdere. Sarà così che a partire dai primi giorni di eventi in cui lo chef belga Gary Kirchens, del ristorante La Villa Lorraine di Bruxelles, e Paul Ivic del Tian di Vienna, affiancheranno le loro creazioni ai vini di rinomate cantina italiana. A viaggiare in coppia con Falesco sarà Jan Hendrix, dello Jan di Nizza, mentre uno dei più grandi sushi chef d’Europa, Takuya Watanabe dello Jin di Parigi, farà da sparring partner all’azienda Caldaro. Gli olandesi, Joris Peters, del Aan De Zweth, e Rogier Van Dam, del Lastage, saranno i compagni di viaggio rispettivamente di Negrar e Collavini, mentre il cuoco “itinerante” libanese, Joe Barza, costruirà un menu su misura per le migliori etichette di Cecchi. Chiusura affidata ad Alexandros Ioannou, del ristorante Sinne di Amsterdam.

Per Chef’s Table salgono in cattedra le più prestigiose Maison di Champagne – Krug, Dom Pèrignon, Moët & Chandon, Veuve Clicquot, Ruinart – che “affideranno” le loro rinomate cuvée nelle mani di un parterre di stellati italiani con pochi eguali in manifestazioni di questo genere. In mezzo, tra Giuseppe Costa del ristorante Bavaglino, che aprirà le danze venerdì 10 giugno, e Gianfranco Pascucci, che chiude domenica 19, ci saranno Peter Brunel, Massimo Viglietti, Luigi Taglienti, Michele Deleo, i fratelli Costardi, Heinz Beck, Francesco Apreda e Lorenzo Cuomo. Un solo tavolo, 20 posti e una cena a sera che coinvolgerà tutti i sensi, perché ogni chef potrà esprimere il suo mood non solo attraverso i piatti, ma anche attraverso videoproiezioni e playlist musicali.

Quella del 2016 – afferma Emiliano De Venuti, ideatore e organizzatore di Vinòforumsarà un’edizione ricca di appuntamenti e spunti interessanti, sia per il pubblico di appassionati quanto per quello di operatori del settore. Vinòforum crede fermamente che nuove esperienze di consumo permettano una maggiore consapevolezza dei prodotti, per questo lavoriamo a format unici che mettono in continua sinergia il mondo dell’alta cucina e quello vitivinicolo. A dimostrazione di ciò i due format Chef’s Table e Cantine da Chef Internationl Edition, entrambi palcoscenici importanti sia per gli chef che vi partecipano che per le cantine”.

Vinòforum Eventi srl
Lungotevere Maresciallo Diaz, Roma
10- 19 giugno, dalle ore 19 alle 24 (fino all’01:00 venerdì e sabato)
Cene a partire da 38 euro
Posti limitati e prenotazione obbligatoria

Categorie
Eventi News

BIRRA GOURMET Taste of Excellence: le birre artigianali in degustazione

Dopo il successo dell’edizione 2015, Taste of Excellence B2Beer, birre artigianali in degustazione, giunge alla 2°edizione: l’evento romano dedicato alle birre artigianali organizzato da Excellence Magazine in collaborazione con Food Confidential, si svolgerà domenica 22 e lunedì 23 maggio a Roma, all’Opificio RomaEuropa in Via dei Magazzini Generali, 20/A (Ostiense). Molte le novità di quest’anno, con numerosi eventi speciali. I migliori esperti del settore e i rappresentanti di importanti birrifici artigianali parteciperanno ai workshop tematici, agli incontri business to business e alle tavole rotonde. L’intento è creare un salotto d’affari che metta in contatto buyers e produttori del mondo della birra artigianale italiana per creare vere e proprie opportunità di business. La novità più importante di questa edizione si può evincere dal nuovo nome dato all’evento, Birra Gourmet, ovvero la birra artigianale intesa come prodotto d’eccellenza, in possesso di tutti i requisiti per sedere a tavola in compagnia dei piatti dell’alta cucina.

Il messaggio di BIRRA GOURMET è che la birra artigianale è un prodotto d’eccellenza, in possesso di tutti i requisiti per stare a tavola in compagnia di piatti dell’alta cucina. Per sottolineare il messaggio, nasce LA GOURMET, la birra creata appositamente per l’evento, una Belgian Strong Golden Ale, che sarà possibile degustare inclusa nel biglietto di ingresso alla manifestazione.

Ci sarà anche un ospite d’onore, il Campione Mondiale dei Biersommelier 2015 SIMONMATTIA RIVA. Per Birra Gourmet Simonmattia Riva avrà la responsabilità degli abbinamenti delle birre in occasione dei cooking show in programma domenica 22 maggio:
– alle ore 12.30 lo Chef Marco Martini (The Corner) prepara il tortello di mortadella, pizza bianca e pistacchio.
– alle ore 13.30 cooking show dello Chef Giuseppe di Iorio (Aroma* 1 stella Michelin).
– alle ore 18.00 lo Chef Nikita Sergeev (L’Arcade) prepara il raviolo del plin con hummus, riduzione di birra, mascarpone e uova d’aringa.
– alle ore 19.00 lo Chef Stefano Marzetti (Mirabelle) prepara il salmone glassato alla birra con cremoso al gorgonzola, aglio fermentato, arachidi e spugna di chili.

 Per accompagnare le degustazioni di birra, sarà presente un’area food, l’OSTERIA di EXCELLENCE, dove assaggiare i menu appositamente pensati per l’evento dagli Chef di Osteria Fernanda (Davide Del Duca), Osteria di Monteverde (Roberto Campitelli) e Osteria dell’Orologio (Marco Claroni).

In abbinamento a BIRRA GOURMET è partito il food contest di Excellence Magazine “CHEF PER UN GIORNO CON OLIO CLARA”, l’extravergine bio marchigiano racchiuso nell’inconfondibile packaging glamour che ricorda quello di un profumo (www.olioclara.com). Sarà una giuria composta dai tre chef Giuseppe Di Iorio (Aroma* 1 stella Michelin), Davide Del Duca (Osteria Fernanda) e Giulia Steffanina (socio co-fondatore della Scuola di Cucina e Pasticceria Les Chefs Blancs), a decretare il vincitore, lunedì 23 maggio.

DOMENICA 22 MAGGIO 2016
dalle 12:00 alle 21:00
LUNEDÌ 23 MAGGIO 2016
dalle 12:00 alle 19:00
OPIFICIO ROMAEUROPA
Roma, Via dei Magazzini Generali, 20/A (Ostiense)

Categorie
News

Vinitaly compie 50 anni

Partita l’edizione numero 50 del Vinitaly, inaugurata nello scenario di VeronaFiere dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un’edizione che potrà contare su numeri importanti: oltre 4.100 espositori, per un totale di 55.000 operatori da 141 nazioni e 1.000 buyer provenienti da 30 Paesi. “La domanda di Italia si fa più forte nel mondo – ha affermato il presidente della Repubblica Mattarella – per questo non abbiamo paura della competizione con nuovi produttori e con Paesi emergenti. E’ lecito, però, porci un obiettivo più ambizioso di quello di mantenere o di condividere un primato numerico. Nell’interesse generale, l’obiettivo deve essere quello di innalzare, insieme alla qualità dei nostri standard, quelli dell’intero mercato“.

La storia di questi 50 anni del Vinitaly è stati narrata con grande precisione dalla Coldiretti, raccontando naturalmente del primo vino italiano doc riconosciuto nel 1966 per poi arrivare alle novità più recenti, tra le quali è d’obbligo menzionare la mappatura del genoma della vite. I numeri di questa storia parlano anche di una quantità di vino Made in Italy venduto all’estero che è aumentata del 687%, dato impressionante ottenuto nonostante la produzione di vino in Italia sia scesa dal 1966 ad oggi del 30%. Diminuzione registrata anche per quel che riguarda i consumi degli italiani che nel giro di 50 anni si sono ridotti di circa un terzo. 

I dati relativi all’export sono cresciuti grazie alla capacità di innovazione dell’industria vinicola italiana che, secondo quanto afferma Coldiretti, ha permesso d’avere in Italia il 22% dei vigneti mondiali coltivati con metodo biologico. Ma le novità ci sono state anche in altre fasi della produzione, ad esempio con l’utilizzo, per la prima volta, dei primi tappi di vetro al posto di quelli di sughero, quindi con la produzione dello spumante con polvere d’oro e di quello fatto invecchiare nel mare. Nel corso di questi cinque decenni si sono anche registrati importanti effetti dovuti ai cambiamenti climatici: da un lato l’aumento di oltre un grado, dall’altro lo spostamento della vite verso altitudini fino a quasi 1.200 metri di altezza.