“Il sapore sconosciuto dell’amore” – millefoglie di crêpes alle albicocche

  • Difficoltà: facile
  • Cottura: 2 minuti a crêpes
  • Costo: basso
condivisioni

“Il sapore sconosciuto dell’amore” è un romanzo di Sara Vaughan che racconta la cucina come veicolo di comunicazione non verbale.
Cosa vogliamo dire quando prepariamo un dolce? C’è chi lo fa per compiacere qualcuno, chi per sentirsi bravo in qualcosa, chi per non pensare a un dolore o per superare una difficoltà.
E’ così anche per i personaggi del libro: cinque sconosciuti che si ritrovano a partecipare insieme a un concorso di cucina nella bucolica cornice di una villa di campagna. Un format che ricorda da vicino quello di BakeOff.
Nel susseguirsi delle prove di gara, Sara Vaughan ci racconta cinque vite con un vuoto da riempire.
Una casalinga non più giovane in crisi coniugale.
Una maniaca della forma fisica con un passato di disturbi alimentari.
Un vedovo con la preoccupazione di non saper crescere da solo i suoi figli.
Una giovane mamma ancora in cerca dell’approvazione della propria madre.
Una donna che ha rinunciato ai suoi sogni per badare alla figlia.
L’autrice tiene bene i fili della storia e impasta con maestria tre elementi: le vicende personali dei cinque personaggi, lo svolgimento delle prove di gara del concorso fino alla vittoria finale e le pagine del diario di Kathleen Eaden, a cui è intitolato e dedicato il concorso, autrice negli anni ’60 di un libro sull’arte di cucinare al forno e divenuta vera icona della perfetta regina dei fornelli e dell’arte di ricevere. Ma quante ombre si nascondono dietro alle sue torte perfette e alle sue tovaglie immacolate?
millefoglie crepes1

Ingredienti per 8 Persone

Per le crêpes

Per la farcitura

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Preparate la pastella. Versate in una ciotola la farina e lo zucchero, poi unite le uova una alla volta facendole amalgamare prima di aggiungerne un'altra. Aggiungete il latte, un po' per volta, fino a ottenere una consistenza abbastanza liquida. Fate riposare la pastella in frigo, coperta, per almeno un'ora.

    Preparate la pastella.
Versate in una ciotola la farina e lo zucchero, poi unite le uova una alla volta facendole amalgamare prima di aggiungerne un'altra. 
Aggiungete il latte, un po' per volta, fino a ottenere una consistenza abbastanza liquida.
Fate riposare la pastella in frigo, coperta, per almeno un'ora.
  2. Lavate le albicocche e privatele del nocciolo. Mettetele in una pentola antiaderente, aggiungete 70 gr di zucchero e fate cuocere. Quando le albicocche sono disfatte spegnete il fuoco e fate raffreddare. Se necessario frullate a immersione per ottenere una consistenza omogenea.

    Lavate le albicocche e privatele del nocciolo.
Mettetele in una pentola antiaderente, aggiungete 70 gr di zucchero e fate cuocere.
Quando le albicocche sono disfatte spegnete il fuoco e fate raffreddare. Se necessario frullate a immersione per ottenere una consistenza omogenea.
  3. Montate la panna con i restanti 30 gr di zucchero e incorporatela delicatamente alla composta di albicocche (devono essere già fredde).

    Montate la panna con i restanti 30 gr di zucchero e incorporatela delicatamente alla composta di albicocche (devono essere già fredde).
  4. Ungete leggermente una piastra per crêpes o una pentola antiaderente col fondo piatto e quando è ben calda versate un mestolo scarso di pastella. Fate cuocere finchè non si stacca dal fondo (basta circa un minuto), poi giratela con l'aiuto di una spatola e fatela cuocere anche dall'altra parte. Ripetete il procedimento fino a esaurimento della pastella (vengono circa 20-22 crêpes del diametro di 22 cm).

    Ungete leggermente una piastra per crêpes o una pentola antiaderente col fondo piatto e quando è ben calda versate un mestolo scarso di pastella. Fate cuocere finchè non si stacca dal fondo (basta circa un minuto), poi giratela con l'aiuto di una spatola e fatela cuocere anche dall'altra parte.
Ripetete il procedimento fino a esaurimento della pastella (vengono circa 20-22 crêpes del diametro di 22 cm).
  5. Ora lavate le restanti 8-10 albicocche e tagliatele a spicchi per la lunghezza: vi serviranno da mettere tra una crêpes e l'altra.

  6. Montate il dolce alternando una crêpes con uno strato di farcitura all'albicocca (circa 2 cucchiai), aggiungendo sempre qualche spicchio di albicocca cruda. Terminate con una crêpes sulla quale potete spolverare a piacere un po' di zucchero a velo e aggiungere una decorazione con spicchi di albicocca e un ciuffetto di menta.


Per abbinare una ricetta a questo libro non c’era che l’imbarazzo della scelta: non sono riportate vere e proprie ricette, ma ci sono tantissimi spunti per preparare dolci di ogni genere. Io mi sono lasciata ispirare dalla copertina e ho realizzato una millefoglie di crêpes farcita all’albicocca.
Naturalmente potete sostituire la farcitura con altra frutta di stagione o con della ganache al cioccolato per una versione ancora più golosa.
In ogni caso vi consiglio di inserire sempre qualche elemento solido nella farcia (nel mio caso gli spicchi di albicocche fresche) per dare sostegno alla torre di crêpes ed evitare che il dolce si afflosci su un lato. Per maggiore sicurezza potete anche inserire uno stecchino da spiedini in legno al centro del dolce e poi “mascherarlo” con una piccola decorazione.
millefoglie crepes2
millefoglie crepes5

Titolo: Il sapore sconosciuto dell’amore
Autore: Sara Vaughan
Editore: Garzanti
Anno di pubblicazione: 2014
millefoglie crepes4

10 luglio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia