quaglia
Ingredienti
Istruzioni
  1. Riunite insieme le farine, lo zucchero e il sale fino nella ciotola della planetaria e mescolate il tutto con la frusta K.
  2. Aggiungete l’acqua e l’aceto e lavorate a velocità media per 2 minuti per formare una pasta densa e appiccicosa che all’inizio potrebbe aggrapparsi attorno alla frusta.
  3. Spargete sopra il lievito e aggiungete l’olio extra vergine d’oliva, quindi lavorate l’impasto per 1 minuto a velocità media, in modo da incorporare accuratamente l’olio. La pasta risulterà morbida ma non appiccicosa.
  4. Dividete la pasta in 4 parti uguali e ritagliate 4 pezzi di carta forno delle dimensioni della teglia. Stendete con il matterello una porzione di pasta alla volta, direttamente su un foglio di carta forno, in un rettangolo di circa 3 mm circa di spessore. A piacere, cospargete la superficie con dei fiocchi di sale e trasferite il foglio di carta con la sfoglia di cracker sulla teglia.
  5. Fate cuocere 2 teglie per volta in forno caldo a 230°C per 5-6 minuti, o fino a che i crackers sono ben coloriti alle estremità, scambiando le 2 teglie di posto e ruotandole a metà cottura. Rimuovete le teglie dal forno, con cautela voltate sottosopra le sfoglie di crackers e rimettete in forno per altri 2-3 minuti, o fino a che i bordi sono molto ben coloriti.
  6. Mentre le prime 2 sfoglie cuociono, stendete il resto della pasta e, appena sfornati i primi crackers, trasferite sulle teglie quelli da cuocere (non importa se le teglie sono ancora calde, a patto di rimetterle subito in forno).
  7. Fate raffreddare completamente i crackers su una griglia e spezzateli con le mani in pezzi irregolari prima di servire.
Recipe Notes

I crackers si conservano fino a 10 giorni ben chiusi in una scatola di latta o contenitore ermetico.

Se dovessero perdere un po’ di croccantezza col tempo, prima di servirli potete rimettere i crackers in forno a 200°C per 5 minuti.

Si accompagnano bene a formaggi spalmabili e salse di vario genere ma sono deliziosi anche da sgranocchiare in purezza.