red velvet

Red velvet cake

La ricetta della famosa Red velvet cake, una torta bella e golosa perfetta a San Valentino e non solo!

condivisioni

La Red velvet cake, letteralmente Torta di velluto rosso, è una torta di origine americana di colore rosso, bellissima e dal gusto ottimo e inconfondibile.
La torta Red velvet è perfetta per festeggiare San Valentino ma è adatta in ogni periodo dell’anno, come regalo e per qualsiasi altra ricorrenza.
Di solito, la Red velvet cake viene farcita con cream cheese frosting, crema al formaggio, invece io ho voluto farcirla con una deliziosa e soffice crema al burro meringata profumata alla vaniglia. Il contrasto tra la farcitura bianca e l’interno rosso rende questa torta davvero spettacolare ed invitante.

red velvet

Stampa
Red velvet cake
2016-02-03 17:44:32
Per 8 persone
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Difficoltà
5
Tempo di Preparazione
Tempo di Cottura
Per la base - tre teglie diametro 18 cm alte almeno 8 cm
  1. 250 g di farina autolievitante Lo Conte
  2. oppure 250 g di farina 00 + 8 g di lievito in polvere per dolci
  3. 15 g di cacao amaro
  4. 1/2 cucchiaino di sale
  5. 110 g di burro morbido
  6. 300 g di zucchero semolato Zefiro Eridania
  7. un cucchiaino di estratto di vaniglia Bourbon o i semini di una bacca
  8. 2 uova
  9. 240 ml di latticello oppure 240 ml di yogurt bianco intero naturale non dolcificato + una spruzzata di succo di limone
  10. un cucchiaino di colorante alimentare rosso in gel concentrato
  11. un cucchiaino di bicarbonato di sodio
  12. un cucchiaino di aceto bianco
Per la copertura - crema al burro meringata
  1. 300 g di zucchero semolato Zefiro Eridania
  2. 100 ml di acqua
  3. 150 g di albume Aequilibrium Aia oppure albume di circa 4 uova medie biologiche
  4. 350 g di burro morbido
  5. un cucchiaino di estratto di vaniglia Bourbon
  6. i semini di 1/2 bacca di vaniglia Bourbon
Per la finitura
  1. un cucchiaio circa di briciole di red velvet
  2. un cucchiaio di zucchero a velo
Istruzioni
  1. Se non utilizzate il latticello ma yogurt, per prima cosa mettete quest'ultimo in una ciotolina con il succo di limone, mescolate bene e lasciate riposare circa 30 minuti.
  2. In una ciotola, setacciate la farina autolievitante (o farina + lievito), il cacao e il sale.
  3. In planetaria o con le fruste elettriche, montate il burro morbido con lo zucchero e la vaniglia fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
  4. Unite le uova, una alla volta, aggiungendo la seconda solo dopo aver incorporato bene la prima e amalgamate con cura continuando a montare con la frusta.
  5. Aggiungete il colorante rosso al latticello(o yogurt +limone) e mescolate.
  6. Unite gli ingredienti secchi (farina, cacao, sale) al composto di burro, zucchero, vaniglia e uova, alternandoli con il latticello. Dovrete terminare con i secchi.
  7. Infine, in una ciotolina miscelate aceto bianco e bicarbonato - il composto dovrà essere molto spumoso e frizzante - e incorporate all'impasto.
  8. Amalgamate bene tutto e trasferite poi il composto, con l'aiuto di un sac à poche monouso, nelle tortiere con il fondo ricoperto di carta forno e lateralmente imburrate e infarinate.
  9. Infornate a 180°C per 35 minuti circa. Vale la prova stuzzicadenti.
  10. Sfornate, fate intiepidire e sformate.
  11. Una volta fredde, avvolgete le basi in pellicola alimentare e trasferite in frigo almeno 30 minuti (questo passaggio vi faciliterà la stesura della crema di copertura limitando al massimo la formazione di briciole).
  12. Preparate la crema di copertura. Tenete da parte un cucchiaio di zucchero preso dal totale, servirà per gli albumi.
  13. In un pentolino mettete l'acqua e lo zucchero e cuocete a fiamma media fino a raggiungere la temperatura di 118°C (per questa operazione vi consiglio un termometro). Durante la cottura mantenete pulite, internamente, le pareti del pentolino con un pennello inumidito d'acqua, questo eviterà la formazione di schizzi che poi inevitabilmente caramelleranno.
  14. Nel frattempo, in planetaria, sbattete gli albumi con il cucchiaio di zucchero, prima a velocità medio - bassa e poi aumentando man mano fino ad ottenere un composto montato ma morbido.
  15. Raggiunta la temperatura di 118°C togliete acqua e zucchero dal fuoco e versate lo sciroppo a filo nell'albume montato, senza fermare la planetaria. Dovrete versare lo sciroppo sul bordo e farlo scivolare sulla parete della ciotola della planetaria aumentando al max la velocità di quest'ultima.
  16. Continuate a montare fino a che la temperatura della meringa non scenderà a 30°C (controllate con il termometro).
  17. A questo punto, aggiungete in 3 riprese il burro morbido precedentemente lavorato con la vaniglia continuando a montare con la planetaria a velocità media.
  18. Trasferite la crema al burro meringata così ottenuta in un sac à poche monouso e procedete con la farcitura della torta.
  19. Prendete le basi dal frigo e farcite ogni strato aiutandovi con il sac à poche, partendo dal centro e spostandovi verso l'esterno della base.
  20. Una volta terminata la farcitura, ricoprite esternamente la torta aiutandovi sempre con il sac à poche e poi spatolando con una spatola liscia. L'esterno della torta dovrà presentarsi liscio e senza imperfezioni, per questo sarà necessario un secondo strato di copertura effettuato solo dopo aver fatto riposare la torta in frigo almeno 30 minuti tra un passaggio e l'altro.
  21. Terminato il lavoro di copertura, riponete nuovamente la torta in frigo per 30 minuti.
  22. Trascorso il tempo, realizzate il cuore di briciole sulla superficie della torta aiutandovi con un coppapasta a forma di cuore, come da foto tutorial. Le briciole possono essere facilmente ottenute livellando con un coltello a lama liscia gli strati della torta prima di assemblarli per la farcitura (frullate in un mixer l'impasto così ottenuto con un cucchiaio di zucchero a velo. Lo zucchero a velo assorbirà l'umidità dell'impasto facendovi ottenere delle briciole asciutte e a grana fine).
Note
  1. Ricetta della base liberamente tratta dal libro Cake Design - Silovoglio - Rizzoli editore
  2. Ricetta della crema al burro meringata liberamente tratta e parzialmente modificata e adattata di Carlos Lischetti
iFood http://www.ifood.it/
red velvet

red velvet
red velvet
red velvet
red velvet
red velvet

Buon San Valentino a tutti! 

 

11 febbraio 2016

Le Ricette Più Viste