News 2007 foto8

Circus, l’alta cucina in terrazza

Lo chef Giacomo Tasca ha portato la cucina mediterranea a Roma nel ristorante del 47Hotel

condivisioni

Pensate ad un albergo di prestigio a Roma, situato tra il Circo Massimo e Piazza Venezia, con un ristorante sulla terrazza; aggiungeteci ora la splendida vista, il panorama al tramonto, un cocktail o magari una cena. Fatto? bene, avete “semplicemente” immaginato il Circus, il locale del 47Hotel nel quale lo chef Giacomo Tasca ha portato una cucina di chiara impronta mediterranea. Lo chef Tasca, classe 1977, dopo varie esperienze Europee (Inghilterra, Olanda e Francia) ed extraeuropee (Stati Uniti e Centro America), dove ha scoperto ed appreso i segreti di nuove e differenti realtà gastronomiche, è tornato adesso alle sua origini romane, e coerentemente con le sue passioni, è rimasto un fan accanito della cucina italiana e mediterranea. La sua attitudine è quella di  utilizzare sapientemente i prodotti del nostro territorio in chiave creativa e moderna, nel totale  rispetto delle stagionalità e della tipicità unica al mondo.

News 2007 foto3

News 2007 foto2

Una situazione chiaramente unica, resa incredibile anche dalla clemenza della tanto temuta umidità dell’estate romana. Pochi tavoli, il numero giusto di coperti per offrire un ottimo servizio, la possibilità di vivere la terrazza per l’aperitivo ma, soprattutto, per provare i piatti in carta. Piatti che si rivelano subito interessanti, ben presentati, mai banali all’assaggio e, a dispetto di tante altre situazioni “gourmet”, anche piuttosto generosi per quel che concerne le quantità, aspetto che incontrerà i favori dei tanti foodies poco avvezzi alle dimensioni dei piatti della cucina di alto livello.

Gli antipasti colpiscono subito per la vivacità dei colori e l’impeccabile impiattamento. Io opto per il “Carpaccio di gamberi rossi del Mediterraneo con insalatina di finocchi e kefir lime dressing”: gamberi lavorati molto bene, accostamento tra la loro dolcezza e la freschezza dei finocchi davvero riuscito. La mia collega Fedora ha invece provato un “Uovo biologico con doppia cottura su spuma di patate novelle e tartufo primaverile”, caratterizzato dalla spuma leggerissima per consistenza.

News 2007 foto4

News 2007 foto5

Per quel che concerne il primo, entrambi scegliamo le “Linguine Kamut monograno Felicetti all’astice”, riscontrando anche in questo caso la generosità della porzione, l’ottimo sugo utilizzato per mantecare la pasta (forse un attimo avanti di cottura per i miei gusti) e la scelta di una pasta di qualità che ho avuto modo di apprezzare in tante altre occasioni. Una pasta dal sapore pieno, che avvolge il palato. Per la scelta del secondo ci affidiamo ai consigli dello chef, e quindi io provo un “Filetto di rombo con funghi shiitake e fagiolini con dashi consommé”, pesce cotto alla perfezione, funghi e consommé che rendono il piatto un vero e proprio comfort food, mentre Fedora sceglie il “Trancio di tonno rosso del Mediterraneo con verdure e dressing di sesamo e soya”, piatto che mette in evidenza la qualità della materia prima.

News 2007 foto6

Il momento cruciale della serata per un goloso come il sottoscritto è sempre quello del dessert: i dolci non tradiscono le attese, la mia “Mille e Una Notte di cioccolato con salsa alla vaniglia” è piacevole, ricca di sapori, consistenze e temperature diverse, il “Tiramisù old fashion Fortyseven con croccante di nocciole” scelto da Fedora è rassicurante, una coccola per il palato. I vini di Elena Walch ed il servizio, professionale e competente, completano una cena estremamente piacevole.

News 2007 foto7

Circus47Hotel
Via Luigi Petroselli 47,
00186 – Roma

 

20 luglio 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste