Arancine

arancinA… perché a Palermo è femmina!

  • Cottura: 30 minuti
condivisioni

Sono solita preparare le arancine in occasione della festa di Santa Lucia, il 13 Dicembre.
In questa occasione a Palermo per tradizione si mangiano  le arancine e la cuccìa (di quest’ultima vene parlerò un’altra volta…), non fraintendetemi a Palermo mangiamo arancine 365 giorni l’anno ma in questa specifica occasione si mangiano solo quelle perché, come segno di devozione alla “Santa”, non si mangiano panepasta.
L’arancina deve il suo nome al frutto dell’arancio: l’arancia, che per forma e per colore ne è del tutto simile.

arancina 2
arancina 6
arancina 1
arancina 5

Ingredienti per 4 Persone

per il riso

per il ripieno di carne

per la panatura

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Affettate finemente la cipolla e fatela soffriggere, finchè non sarà dorata, in un ampio tegame dal fondo spesso, unite il riso e fatelo tostare, aggiungete il brodo un po' per volta finchè il riso non arriverà a cottura; negli ultimi minuti aggiungete lo zafferano che avrete fatto rinvenire in un bicchiere di brodo o acqua calda per almeno 20 minuti. Mantecate il riso con il burro ed il parmigiano e tenetelo da parte finchè non sarà tiepido.

  2. Nel frattempo preparate il ragù: tritate finemente la cipolla e fatela soffriggere, finchè non sarà dorata, aggiungete il macinato e fatelo rosolare versate il vino ed aspettate che sfumi poi aggiungete il concentrato di pomodoro, che avrete fatto sciogliere in un bicchiere' d'acqua e altri 2 bicchieri di acqua. Aggiustate di sale e pepe, unite la foglia di alloro e portare a cottura a fuoco lento. Unite i pisellini e proseguite la cottura per altri 10 minuti. Il ragù dovrà risultare asciutto.

  3. Assemblaggio: prendete una manciata di riso e formate una pallina, grande quanto un'arancia, apritela e riempitela con un bel cucchiaio di ragù, o con il prosciutto e la mozzarella tagliati a pezzetti, e richiudete l'arancina compattandola bene.

  4. N.B.: per questa operazione il mio suggerimento è quello di avere le mani ben umide.

  5. Fate riposare le arancine per almeno 2 ore in frigorifero.

  6. Panatura: formate una pastella piuttosto liquida mescolando la farina con l'acqua, passate le arancine in questa pastella e successivamente ne pangrattato compattando bene con le mani per dare una forma* regolare.

  7. Cottura:friggete le arancine poco per volta in un tegame con abbondante olio di arachidi, appena l'olio sarà ben caldo immergervi le arancine in modo che vengano completamente sommerse dall'olio.

  8. Non appena avranno assunto un bel colore dorato scolatele dall'olio in eccesso e fatele intiepidire su della carta assorbente. Mangiatele subito!!!

Note

*La forma delle arancine serve a distinguere il ripieno una volta cotte, di solito a Palermo si trovano tonde ed oblunghe invece nelle altre città di trovano anche a punta… insomma scegliete voi la forma che più preferite!

arancina ingredienti

arancina 8
arancina 4
arancina 7
arancina 3
arancina 9
arancina

 

23 luglio 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia