Baccalà a sfincione

Piatto tipico della tradizione palermitana in chiave gluten free

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 10
  • Cottura: 75
  • Costo: medio
condivisioni
Baccalà a sfincione - Ifood

Lo “sfincione” è una preparazione tipica del palermitano.

Dal latino “spongia” cioè spugna, lo sfincione tradizionalmente si prepara con una pasta di pane sistemata in teglia e coperta da acciughe, caciocavallo e abbondante salsa con cipolla. 

Il risultato è una pizza alta, morbidissima e molto alveolata, come una spugna appunto.

Questo genere di preparazione è stato allargato anche ad un piatto a base di pesce, il baccalà o lo stoccafisso Norge.

Si tratta pur sempre di merluzzo, ma la modalità di conservazione cambia. Il baccalà viene conservato sotto sale, lo stoccafisso viene fatto asciugare all’aria aperta. I due prodotti vengono frequentemente confusi, ma in effetti la diversa modalità di conservazione ne cambia anche il sapore finale.

Baccalà a sfincione - Ifood

Per un piatto come questo, dal sapore delicato e fresco ritengo che lo stoccafisso sia più indicato. Affinché proprio lo stoccafisso resti l’ingrediente preminente  ho deciso di non utilizzare le acciughe, evitando così di coprirne il sapore.

Il concetto di fatto è lo stesso: strati di stoccafisso coperti da una ricca salsa.

La comodità di una ricetta preparata con la polpa di stoccafisso ammollato pronto cuoci sta nel saltare a piè pari tutta la fase di ammollo del pesce, che fa risparmiare tantissimo tempo e offre l’opportunità di cuocere un piatto così succulento in tempi brevissimi.

Ingredienti per 4 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Lavate le patate intere e non sbucciate e mettetele in una capiente casseruola. Copritele con acqua e lasciate cuocere per circa 45'. Scolatele e aspettate qualche minuto prima di sbucciarle.

  2. Affettate le patate in rondelle di circa 1/2 centimetro.

  3. Tritate la cipolla.

    Tritate la cipolla.
  4. Fate imbiondire la cipolla in una casseruola con 4 cucchiai di olio d'oliva. Unite la polpa di pomodoro, aggiungete del pepe nero macinato al momento e un poco di origano. Coprite con un coperchio e fate restringere il sugo per circa 15', mescolando di tanto in tanto.

  5. Prendete la polpa dello stoccafisso e appiattitela leggermente e delicatamente con un batticarne tra due fogli di pellicola alimentare.

    Prendete la polpa dello stoccafisso e appiattitela leggermente e delicatamente con un batticarne tra due fogli di pellicola alimentare.
  6. Oliate un poco un pirofila e sul fondo disponete uno strato di patate a rondelle. Coprite le patate con uno strato di stoccafisso. Distribuite a cucchiaiate la polpa di pomodoro coprendo bene tutta la superficie, Spolverate generosamente con il pecorino grattugiato, dell'origano, del pepe macinato al momento e terminate distribuendo il pangrattato e un filo d'olio d'oliva.

    Oliate un poco un pirofila e sul fondo disponete uno strato di patate a rondelle.
Coprite le patate con uno strato di stoccafisso.
Distribuite a cucchiaiate la polpa di pomodoro coprendo bene tutta la superficie,
Spolverate generosamente con il pecorino grattugiato, dell'origano, del pepe macinato al momento e terminate distribuendo il pangrattato e un filo d'olio d'oliva.
  7. Cuocete in forno pre riscaldato a 200° per circa 25' finché non si crea una crostina in superficie. Fate riposare per circa 15' e servite. E' possibile consumare il baccalà a sfincione sia tiepido che freddo.

Baccalà a sfincione - Ifood

Salva

Salva

1 gennaio 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia