Tagliatelle al radicchio con sugo bianco di pesce

Una rivisitazione delle classiche tagliatelle

  • Difficoltà: difficile
  • Preparazione: 1 hours
  • Cottura: 1 hours
  • Costo: basso
condivisioni

Mi piace fare la pasta in casa e, il più delle volte, tirare la sfoglia con il mattarello. E’ una cosa che mi rilassa e mi dà soddisfazione.

tagliatelle-al-radicchio-vert-2

Con questa ricetta ho stravolto leggermente quella che è la tradizione romagnola. Le tagliatelle sono fatte aggiungendo all’impasto di sola farina e uova, il radicchio frullato.

Il tutto è poi condito con un sugo leggero di pesce bianco, sfumato con un pò di vino bianco (quello molto buono) e finocchietto selvatico.

 

tagliatelle-al-radicchio-vert-1

Una ricetta questa che ho rifatto più volte perché proprio buona. Quel lieve sapore amaro che si sente nella tagliatella è il top!

Abbinamento con il vino a cura di Alice Guerrieri

Ho scelto di abbinare a questa ricetta un Moscato secco di Terracina. Un vino che nel bicchiere brilla con il suo color giallo paglierino dorato, al naso riuscirà a conquistare anche i più scettici per via dell’intensa nota aromatica, il Moscato infatti essendo un vitigno aromatico, mantiene il profumo delle uve di cui è fatto, e al gusto, secco, quindi non dolce, è ben equilibrato tra morbidezza, cioè quel senso di avvolgenza sul palato, e acidità, chiamata freschezza gustativa, senza la quale il vino sarebbe piatto. È l’ideale per contrastare, con le gradevoli note fruttate, la tendenza amarognola del radicchio, ma allo stesso supportato da sufficiente freschezza per rinvigorire il palato dalla tendenza dolce, percepita come una sfumata dolcezza, della pasta e del pesce. È dotato di una buona componente alcolica che aiuta ad asciugare il palato dalla succulenza della pasta, inoltre l’intensità del gusto permette al vino di non svanire nei confronti del finocchietto selvatico che conferisce aromaticità al piatto. Abbinamento riuscito.

Moscato di Terracina – Oppidum – Cantina Sant’Andrea – Annata 2016 – Titolo Alcolometrico Volumico 13% – Prezzo in enoteca 8,5€

Salva

Salva

Ingredienti per 2 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Per le tagliatelle Nel frullatore mettete l’uovo e le foglie del radicchio bel lavate. Frullate e, se serve, aggiungete 1 cucchiaio d’acqua fredda.

    Per le tagliatelle
Nel frullatore mettete l’uovo e le foglie del radicchio bel lavate. 
Frullate e, se serve, aggiungete 1 cucchiaio d’acqua fredda.
  2. Disponete ora la farina sul tagliere e formate un buco al centro dove metterete il radicchio frullato. Iniziate a lavorare con una forchetta e procedete a mano facendo forza con i palmi fino a formare un panetto liscio ed iniziate a stenderlo con il mattarello. La sfoglia non deve essere troppo sottile.

  3. Quando avrete ottenuto una bella sfoglia arrotolatela su sé stessa: prima il lembo superiore fino a metà e poi quello inferiore. Con un coltello affilato tagliate le tagliatelle

  4. Per il sugo bianco di pesce In una padella versate l’olio extravergine di oliva. Fate appassire lo scalogno. Aggiungete il pesce, pulito e lavato. Mescolate e fate cuocere a fuoco vivace per qualche minuto.

  5. Aggiungete il vino bianco e lasciate cuocere per circa 10 minuti. Nel frattempo cuocete le tagliatelle, la pasta fatta in casa cuoce velocemente, vi serviranno circa 5 minuti

  6. Tagliate il finocchietto selvatico.

  7. Scolate la pasta e mettetela nella padella dove avete fatto cuocere il sugo. Mescolate per insaporire, aggiungete il finocchietto selvatico.

17 gennaio 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia