Fluffosa al mandarino e mandorle

Una morbida Fluffosa dal gusto fresco e delicato a base di mandarini e mandorle

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 45 minuti
  • Cottura: 75 minuti
  • Costo: medio
condivisioni

La Fluffosa al mandarino e mandorle è una soffice e profumata Chiffon cake a base di succo e scorza di mandarino e farina di mandorle, arricchita con l’aroma intenso del liquore Amaretto. Il risultato è una torta aromatica dal gusto delicato, perfetta sulla tavola delle feste e come dolce fine pasto invernale o accompagnamento del tè pomeridiano. La Fluffosa al mandarino e mandorle è decorata con una crema alla vaniglia, a base di formaggio spalmabile, e ribes brinati. Preparate questo dolce per le feste natalizie e, vedrete, se ne innamoreranno tutti! 

fluffosa al mandarino e mandorle

Ingredienti per 10 Persone

Per la base

Per la crema di copertura alla vaniglia

Per il ribes brinato

Per la decorazione

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

Per la base
  1. Separate i tuorli dagli albumi e, in planetaria, montate questi ultimi a neve ferma con il cremor tartaro e tenete da parte. In una ciotola, riunite gli ingredienti secchi setacciati e cioè: farina 00, farina di mandorle, zucchero, lievito, sale. In un'altra ciotola, riunite i tuorli con il succo di mandarino, la scorza grattugiata, il liquore Amaretto, l'estratto di vaniglia e l'olio di semi. Mescolate bene con una frusta e unite il composto ai secchi. Mescolate ancora fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi.

    Separate i tuorli dagli albumi e, in planetaria, montate questi ultimi a neve ferma con il cremor tartaro e tenete da parte. In una ciotola, riunite gli ingredienti secchi setacciati e cioè: farina 00, farina di mandorle, zucchero, lievito, sale. In un'altra ciotola, riunite i tuorli con il succo di mandarino, la scorza grattugiata, il liquore Amaretto, l'estratto di vaniglia e l'olio di semi. Mescolate bene con una frusta e unite il composto ai secchi. Mescolate ancora fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi.
  2. Unite, ora, questo composto agli albumi montati, poco per volta e mescolando a mano con una frusta dal basso verso l'alto, delicatamente. Trasferite l'impasto in uno stampo da chiffon cake del diametro di 18 cm non imburrato e non infarinato e cuocete in forno a 160°C per 75 minuti. Sfornate, capovolgete lo stampo sui suoi piedini e aspettate che la torta si stacchi da sola. Se questo non avviene, aiutatevi dopo almeno 5 o 6 ore con la lama sottile di un coltello, passandola intorno al bordo e sotto la base. Avvolgete in pellicola alimentare e tenete da parte.

    Unite, ora, questo composto agli albumi montati, poco per volta e mescolando a mano con una frusta dal basso verso l'alto, delicatamente. Trasferite l'impasto in uno stampo da chiffon cake del diametro di 18 cm non imburrato e non infarinato e cuocete in forno a 160°C per 75 minuti. Sfornate, capovolgete lo stampo sui suoi piedini e aspettate che la torta si stacchi da sola. Se questo non avviene, aiutatevi dopo almeno 5 o 6 ore con la lama sottile di un coltello, passandola intorno al bordo e sotto la base. Avvolgete in pellicola alimentare e tenete da parte.
Per la crema di copertura alla vaniglia
  1. In planetaria o con le fruste elettriche, semi montate la panna liquida fresca. In una ciotola, unite la panna, poca per volta, al formaggio spalmabile lavorando a mano con una frusta e poi montate per qualche minuto con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema morbida ma soda. Con l'aiuto di una spatola, rivestite l'esterno della torta con uno strato sottile di crema, la torta deve avere un "effetto nudo". Trasferite il dolce in frigorifero coperto da pellicola alimentare.

    In planetaria o con le fruste elettriche, semi montate la panna liquida fresca. In una ciotola, unite la panna, poca per volta, al formaggio spalmabile lavorando a mano con una frusta e poi montate per qualche minuto con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema morbida ma soda. Con l'aiuto di una spatola, rivestite l'esterno della torta con uno strato sottile di crema, la torta deve avere un "effetto nudo". Trasferite il dolce in frigorifero coperto da pellicola alimentare.
Per il ribes brinato
  1. Sbattete l'albume pastorizzato in una ciotola con l'aiuto di una frusta. Lavate il ribes, asciugatelo e poi immergete ogni grappolo nell'albume aiutandovi con una forchetta. Passate poi i grappoli nello zucchero semolato e metteteli ad asciugare su un foglio di carta forno.

    Sbattete l'albume pastorizzato in una ciotola con l'aiuto di una frusta. Lavate il ribes, asciugatelo e poi immergete ogni grappolo nell'albume aiutandovi con una forchetta. Passate poi i grappoli nello zucchero semolato e metteteli ad asciugare su un foglio di carta forno.
Per la decorazione
  1. In una padella, tostate le mandorle a lamelle e fatele raffreddare. Con l'aiuto di una spatola, decorate la torta con le mandorle e posizionate sul top il mandarino e i ribes brinati.

    In una padella, tostate le mandorle a lamelle e fatele raffreddare. Con l'aiuto di una spatola, decorate la torta con le mandorle e posizionate sul top il mandarino e i ribes brinati.
Note

La torta si conserva in frigorifero fino a 2 giorni, coperta da pellicola alimentare.

Se desiderate realizzare una fluffosa diametro 25 o 26, raddoppiate le dosi (tranne per il cremor tartaro che utilizzerete nella dose di 2,5 g).

Il cremor tartaro può essere sostituito da 3 o 4 gocce di succo di limone.

L'albume pastorizzato si trova in brik nel banco frigo del supermercato, di solito nel reparto pollame o accanto alle uova.

Il liquore Amaretto può essere omesso ma il gusto della torta perderebbe di intensità e carattere.

La Fluffosa è naturalmente senza lattosio. Se desiderate anche una crema senza lattosio, utilizzate formaggio spalmabile e panna nella versione senza lattosio.

fluffosa al mandarino e mandorle

fluffosa al mandarino e mandorle

25 dicembre 2017

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia