Torta di rose prosciutto cotto e ricotta
Porzioni Tempo di preparazione
4persone 1ora
Tempo di cottura
30minuti
Porzioni Tempo di preparazione
4persone 1ora
Tempo di cottura
30minuti
Ingredienti
Per l’Impasto
Per la farcia
Istruzioni
  1. Intiepidite leggermente l’acqua, mettetela in una ciotola capiente e sciogliete il lievito con il miele, unite 4-5 manciate del mix di farine e cominciate a impastare formando una cremina; aggiungete il sale e l’olio e tutto il resto della farina; impastate fino a formare un panetto liscio, senza aggiungere altra farina se non quella dello spolvero del ripiano; mettete a lievitare in luogo non ventilato coperto a campana per 6/8 ore nel forno con pentolino d’acqua calda ( deve raddoppiare di volume ).
  2. Stendete il panetto lievitato in una sfoglia spessa 1/2 cm; spalmate su tutta la superficie la ricotta mescolata ai formaggi, al sale e pepe. Tagliate la sfoglia in due parti per la larghezza, arrotolate la sfoglia dal lato lungo, quello cioè parallelo a voi, formando un salame, tagliate dei tronchetti di 4/5 cm di lunghezza, chiudete ogni tronchetto alla base e posizionatelo in una teglia, di 20 cm di diametro, rivestita di carta forno iniziando dal lato esterno e continuando a cerchi concentrici fino a completare la teglia, distanziandoli di 2/3 cm tra di loro. Fate la stessa cosa con l’altro salamino di impasto fino a completare lo stampo. Lasciate lievitare nel forno ( acceso per pochi minuti a 50° e poi spento ) con un pentolino d’acqua calda per 3/4 ore.
  3. Accendete il forno a 180º senza togliere il pentolino con l’acqua e infornate la torta non prima di aver spruzzato, sulla superficie delle rose, del latte ( con un comune spruzzino o pennellato delicatamente con pennello da cucina ). Cuocete per 25/30 min. A cottura ultimata, togliete dal forno e spruzzate ancora con il latte, fate intiepidire e gustate.
Recipe Notes

Questi tempi di lievitazione sono adatti per chi lavora, infatti si può impastare la sera e far lievitare tutta la notte. Se volete dimezzare i tempi di lievitazione, usate il doppio del lievito, senza preoccuparvi del risultato finale in quanto parliamo comunque di quantità irrisorie.