Panforte

Il dolce della tradizione senese

  • Difficoltà: facile
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Costo: basso
condivisioni

L’abitudine di preparare un pane speciale in occasione delle feste religiose è molto antica.

Contrariamente al pane di tutti i giorni, semplice è nutriente, il pane delle feste è a base di ingredienti raffinati e costosi come burro, uova, spezie, frutta secca e candita.

E proprio mandorle, spezie e miele sono gli ingredienti speciale del panforte, che affonda le sue radici nella più profonda tradizione dolciaria toscana.

In origine nasce come pane mielato, di qui il nome Panis Fortis, che indicava appunto questo pane dolce ma dal sapore forte conferitogli dalla muffa che si formava a causa della poca cottura del dolce.

Si arricchisce di spezie con l’arrivo di queste  verso la seconda metà del XIII  ed era un dolce richiesto soprattutto dalle persone più facoltose come le famiglie nobili e il clero che ne facevano incetta presso gli speziali (gli antichi farmacisti), tanto che ogni speziale aveva la sua dose ben calibrata per il dolce perfetto.

Diverse le leggende legate al dolce. 

C’è chi racconta che si deve alla bella suor Ginevra,  chiusa dalla famiglia in convento per allontanarla dal suo amato, l’invenzione del dolce. Infatti,  mentre stava preparando il classico Panis fortis sentì  la voce del suo amato messer Giannetto da Perugia, dato per morto durante le crociate che la chiamava dall’esterno del convento. Per l’emozione versò una dose incontrollata di pepe e spezie, creando così il classico panforte.

Secondo un’altra leggenda il panforte nasce dalle mani di suor Berta  che creò questo dolce altamente energetico e corroborante con miele, mandorle, pepe e spezie per riabilitare i senesi indeboliti dall’assedio della città.

La classica ricetta si veste di nuovo nel 1887 in occasione della visita a Siena della Regina Margherita e del Re Umberto di Savoia, alcuni mastri pasticceri decisero di  omaggiare i due sovrani con una versione nuova del dolce. Nasce così il il panforte bianco. Per rendere candido il dolce utilizzarono un impasto a base di canditi chiari e lo ricoprirono di zucchero a velo e lo battezzarono panforte Margherita, in onore della Regina.

Leggende e storie a parte il panforte rappresenta a tutti gli effetti Siena tanto che la sua ricetta prevede che sia preparato con 17 ingredienti, tanto quante sono le contrade della città.

Siete pronti per segnare tutti gli ingredienti per la ricetta del nostro panforte?

Ingredienti per 10 Persone

Scarica la lista della spesa!

Preparazione

  1. Scaldate il forno a 180°C e fate tostare leggermente le mandorle con la buccia, miscelatele quindi alle noci e alle nocciole.

    Scaldate il forno a 180°C e fate tostare leggermente le mandorle con la buccia, miscelatele quindi alle noci e alle nocciole.
  2. In un mortaio aggiungete tutte le spezie per creare un unica miscela.

    In un mortaio aggiungete tutte le spezie per creare un unica miscela.
  3. Rivestite lo stampo con carta forno, riponete alla base l'ostia.

    Rivestite lo stampo con carta forno, riponete alla base l'ostia.
  4. In una ciotola mettete la frutta secca con le spezie.

    In una ciotola mettete la frutta secca con le spezie.
  5. Aggiungete la frutta secca tagliata a dadini e infine unite la farina miscelata al cacao.

    Aggiungete la frutta secca tagliata a dadini e infine unite la farina miscelata al cacao.
  6. In un tegamino fate sciogliere lo zucchero a velo insieme al miele e a 2 cucchiai di acqua, versate sugli ingredienti e impastate con le mani per legare il tutto.

    In un tegamino fate sciogliere lo zucchero a velo insieme al miele e a 2 cucchiai di acqua, versate sugli ingredienti e impastate con le mani per legare il tutto.
  7. Versate l'impasto del panforte nel tegame precedentemente rivestito e compattate con le mani.

    Versate l'impasto del panforte nel tegame precedentemente rivestito e compattate con le mani.
  8. Spolverate il dolce con lo zucchero a velo e infornate a 180°C per 30 minuti.

    Spolverate il dolce con lo zucchero a velo e infornate a 180°C per 30 minuti.
  9. Prima di sfornare il dolce aspettate che si intiepidisca e decoratelo con un abbondante spolverata di zucchero a velo.

    Prima di sfornare il dolce aspettate che si intiepidisca e decoratelo con un abbondante spolverata di zucchero a velo.
Note
  1. Con queste dose vengono due dolci del diametro di 16 cm.
  2. Per le dosi delle spezie si consiglia mezzo cucchiaino per tipo
  3. la durezza del panforte dipende dalla cottura del miele con lo zucchero, pertanto se si vuole un panforte morbido basterà sciogliere insieme i due ingredienti, mentre per un classico panforte duro miele e zucchero dovranno assumere una colorazione dorata.
  4. Non fate raffreddare completamente il dolce nella teglia altrimenti sarà più difficile estrarlo
  5. Quando freddo lo potete confezionare per l'immancabile cestino degli auguri di Natale

1 Gennaio 2019

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Invia Copia Stampa Chiudi
Premi Ctrl+C (Pc) oppure Cmd+C (Mac)
Invia