ALBEROVITA_MarcoCovi (1) 1920

EXPO 2015: facciamo il punto della situazione.

Tutto quello che c'è da sapere sull'Expo 2015. Articolo di Monica Zacchia e Fedora D'Orazio

condivisioni

“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”
“È possibile assicurare a tutta l’umanità un’alimentazione buona, sana, sufficiente e sostenibile?” È con questa domanda che si apre la sfida dell’Esposizione Universale di Milano 2015.
 Dopo averci nutrito per millenni, il pianeta Terra ha bisogno essa stessa di nutrimento, fatto soprattutto di rispetto, atteggiamenti sostenibili, applicazione di tecnologie avanzate e visioni politiche nuove, per individuare un equilibrio diverso tra risorse e consumi.
 Nella Giornata della Terra, che si celebra oggi e si propone anch’essa di informare e ricordare a ciascuno un comportamento sostenibile e di rispetto verso l’ambiente, abbiamo voluto fare un punto e ricordare quali sono le prospettive e le attese dell’Expo.  

A 10 giorni dall’apertura ufficiale dell’Esposizione Universale 2015 ecco quindi un prospetto di cosa si potrà vedere nei 184 giorni di durata dell’evento fieristico.

Che cos’è Expo Milano 2015?
È un’ Esposizione Universale (non commerciale) strutturata intorno ad un tema specifico che vede la partecipazione di diverse nazioni provenienti da tutto il mondo. Il tema scelto per il 2015 è  l’Alimentazione : “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.
Se il tema di riflessione è la nutrizione, in primo luogo umana, il titolo scelto per l’Esposizione pone al centro dell’attenzione non solo il nutrimento dell’uomo ma anche quello del pianeta in cui esso vive, ovvero l’origine stessa del cibo dell’uomo.
Ma di cosa parla realmente l’EXPO?
Expo Milano 2015 sarà uno straordinario evento universale che darà visibilità alla tradizione, alla creatività e all’innovazione nel settore dell’alimentazione, raccogliendo tematiche già sviluppate dalle precedenti edizioni di questa manifestazione e riproponendole alla luce dei nuovi scenari globali al centro dei quali c’è il diritto a una alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta.
Un’area espositiva di 1,1 milioni di metri quadri, più di 140 Paesi e Organizzazioni internazionali coinvolti per 6 mesi di eventi spettacoli, incontri, convegni, manifestazioni all’interno di un sito interamente dedicato a questo straordinario evento, dal 1 maggio 2015 al 31 ottobre del 2105.
Che cosa vedere ad Expo Milano 2015?
L’Esposizione Universale è un evento unico che torna a Milano dopo 109 anni ( il 28 aprile 1906 si inaugurava a Milano l’Esposizione Internazionale dedicata ai trasporti), quest’anno il tema del cibo e dell’alimentazione è stato declinato secondo una modalità geografica e una di Cluster.
I paesi inviati alla manifestazione hanno avuto la possibilità di scegliere se partecipare con un padiglione o con i CLUSTER, che rappresentano la grande novità di EXPO2015.
Per la prima volta i Paesi non vengono raggruppati in padiglioni collettivi secondo criteri geografici, ma secondo identità tematiche e filiere alimentari. In questo modo il Tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita viene trattato in modo diffuso rendendo concreto lo spirito di questi spazi che è proprio teso alla condivisione, al dialogo e all’interazione.

Cluster-Expo
I cluster sono 9

    1.    Riso– Abbondanza e sicurezza ( Bangladesh, Cambogia, Sierra Leone, Myanmar, Repubblica Democratica Popolare del Laos)
    2.    Cacao e Cioccolato– Il cibo degli dei (Camerun, Costa D’Avorio, Cuba, Gabon, Ghana, Sao Tomé)
    3.    Caffè– L’energia delle idee ((Burundi, El Salvador, Kenya, Ruanda, Uganda, Yemen, Etiopia, Guatemala, Repubblica Dominicana)
    4.    Frutta e legumi– (Benin, Gambia, Guinea, Guinea Equatoriale, Kyrgyzstan, Repubblica Democratica del Congo, Uzbekistan, Zambia)
    5.    Spezie– (Afghanistan, Brunei Darussalam, Repubblica Unita della Tanzania, Vanuatu)

CLUSTER_SPEZIE_MartaCarenzi (1)
CLUSTER_SPEZIE_MartaCarenzi (1)

    6.    Cereali e Tuberi-Vecchie e nuove colture (Bolivia, Congo, Haiti, Mozambico, Togo, Zimbabwe)
    7.    Bio-Mediterrano– Saute, bellezza e armonia -(Albania, Algeria, Egitto, Grecia, Libano, Malta, Montenegro, San Marino, Serbia, Tunisia)
    8.    Isole Mare e Cibo– (Barbados, Beliz, Capo Verde, Comore, Comunità caraibica, Dominica, Grenadam Guinea Bissau, Guyana, Madagascar, Maldive, Saint Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Suriname)
    9.    Zone Aride-L’Agricoltura e l’alimentazione delle zone aride (Eritrea, Gibuti, Mauritania, Mali, Palestina, Senegal, Somalia, Giordania)

expo

Come specificato poco sopra, i paesi presenti hanno avuto la possibilità di scegliere se partecipare con i cluster o un padiglione. Quelli che hanno scelto quest’ultima possibilità sono  circa una cinquantina ma non tutti saranno pronti all’apertura del 1 maggio ( forse una trentina di questi).
Nutrire-il-pianeta
L’Italia avrà un suo padiglione ( Padiglione Italia) concepito come uno spazio espositivo innovativo, inedito, sorprendente e unico nel suo genere.
L’Albero della Vita è l’icona del vivaio Italia concept guida del padiglione. Albero come espressione icona di femminilità e simbolo delle forze creatrici, l’Albero come “madre” di tutte le cose viventi.
 Sorretta da un complesso intreccio di legno e acciaio la chioma dell’Albero svetterà a 37 metri di altezza.

ALBEROVITA_MarcoCovi (1)
ALBEROVITA_MarcoCovi (1)

Elementi cardine del progetto intorno al padiglione italia sono: la TRASPARENZA, ENERGIA, ACQUA, NATURA, TECNOLOGIA.
Le Aree Tematiche

Oltre ai padiglioni e cluster il sito espositivo dell’Expo è diviso in 4 Aree Tematiche  che rappresentano i luoghi fisici che interpretano il Tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita attraverso percorsi espositivi ed elementi attrattivi.
    1.    Padiglione Zero: introduce la visita del Sito Espositivo di Expo e racconta la storia dell’uomo sulla Terra attraverso il suo rapporto con la natura e il cibo.
    2.    Future Food District: (#FFD) presenta possibili scenari legati all’applicazione estesa delle nuove tecnologie a ogni passaggio della catena alimentare.
    3.    Children Park : spazio dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie, un modo divertente e coinvolgente per far conoscere il tema della sostenibilità anche ai più piccoli.
    4.    Biodiversity Park: è l’Area Tematica di Expo Milano 2015 dedicata alla biodiversità, si estende su una superficie di 8.500 metri quadri e include il parco, un teatro e due Padiglioni.

FUTUREFOODDISTRICT_MarcoCovi (1)
FUTURE FOOD DISTRICT_MarcoCovi

 Posto nel cuore del sito espositivo, il Future Food District rappresenta una delle aree tematiche di Expo “Nutrire il Pianeta”. Realizzato con la collaborazione di Coop, è uno spazio che sintetizza la catena alimentare grazie all’uso delle nuove tecnologie. I prodotti sono esposti su ampi tavoli, il semplice sfiorarli con la mano permetterà ai visitatori di ottenere le informazioni “aumentate” sui prodotti. Attraverso queste etichette aumentate il prodotto è in grado di raccontare sé stesso, le sue proprietà, la sua storia, il suo tragitto. “Dietro ogni formaggio c’è un pascolo d’un diverso verde sotto un diverso cielo” Italo Calvino. Questo negozio è un museo, dietro ogni oggetto esposto si esemplifica “la civiltà che vi è dietro, che gli ha dato forma e che da esso prende forma.” Come in un mercato tradizionale lo spazio torna ad essere un luogo di incontro; il Supermercato non vede al suo centro l’automazione ma l’uomo, e le tecnologie sono al suo servizio per porlo di nuovo di fronte ad uno scambio umano e a scelte consapevoli. La Piazza è uno spazio di condivisione in cui raccontare le altre fasi della filiera, sperimentare nuove possibilità per l’agricoltura urbana, orti verticali, aiuole coltivate con erbe aromatiche. In sostanza il Future Food District si proietta nel futuro in cui utenti e ambiente ridisegnano costantemente lo spazio, che diventa flessibile, multifunzionale, di acquisto, incontro, lavoro e gioco, secondo un lavoro di progettazione open source che mette le persone al centro.

Expo-copertina
Expo 2015 / Daniele Mascolo

 

È stata presentata  proprio oggi la Family Map di Expo Milano 2015. Uno strumento pratico e utile per le famiglie, che illustra la ricchezza delle proposte dei Paesi Partecipanti e il palinsesto di eventi che renderanno divertente e memorabile la visita. La mappa verrà aggiornata periodicamente: sarà distribuita ai visitatori e sarà scaricabile dal sito www.expo2015.org.
Ai bambini sono stati dedicate importanti iniziative messe a disposizione dalle Organizzazioni Internazionali e dai vari Paesi partecipanti.
Biglietti e costi
Sono circa 8.5 milioni i biglietti venduti fino ad ora con un obiettivo di arrivare a 20-24 milioni. Diverse sono le tipologie di biglietti offerti a seconda della data e della persona che l’acquista.
La prima grande suddivisione riguarda la scelta in base alla data: aperta o chiusa; nel primo caso si può acquistare un biglietto utilizzabile nelle date tra il 2 maggio ( il giorno dell’apertura il 1 maggio ha una prenotazione a sè e ad oggi sono quasi del tutto esauriti ) e il 31 ottobre. Costano qualche euro in meno rispetto al biglietto a data fissa ( il prezzo medio di un biglietti si aggira intorno ai 30 euro)
I prezzi variano anche in base alla persona o gruppo di acquisto, esistono pass stagionali (con numero di entrate illimitate), biglietti serali a prezzi vantaggiosi, sconti per le scuole e i gruppi.
I biglietti possono essere acquistati attraverso diversi canali:
Sito ufficiale
App ufficiale Expo Milano 2015 Official App
Presso il sito di Trenitalia, nelle biglietterie Trenitalia, presso i Freccia Club, gli Uffici Gruppi e il call center della compagnia ferroviaria
Presso l’Expo Gate di Largo Cairoli e in Triennale a Milano
Presso le filiali di intesa San Paolo
Nei Supermercati Coop
Ulteriori informazioni sul prezzo dei biglietti sono disponibili sul sito ufficiale EXPO Milano, dove troverete tutto l’elenco dei rivenditori ufficiali.

Qui gli editori ufficiali dell’Evento

 cover_catuff cover_guidabreve cover_Itinerari

 

Foto Credits:

Expo 2015 / Daniele Mascolo

ALBERO DELLA VITA

(c) Mondadori Portfolio, Milano / Electa-24OreCultura / Marco Covi

 FUTURE FOOD DISTRICT

(c) Mondadori Portfolio, Milano / Electa-24OreCultura / Marco Covi

 CLUSTER SPEZIE

(c) Mondadori Portfolio, Milano / Electa-24OreCultura / Marta Carenzi

22 aprile 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste