panzanella di amaranto e mais viola 1920x1382

Panzanella con amaranto e pane al mais viola

Un piatto di tradizione rivisitato con ingredienti antichi di culture lontane

condivisioni

La panzanella è uno dei piatti estivi, tipici dell’Italia Centrale, conosciuto un po’ ovunque che piace proprio a tutti.
Si prepara utilizzando il pane raffermo e le verdure estive, in un trionfo di gusto e di sapore.

panzanella di amaranto e mais viola 1920s1080

La versione che vi propongo della panzanella è rigorosamente gluten free, quindi adatta per le persone intolleranti al glutine e celiache.
La farina di mais viola utlizzata per la preparazione di questo pane, è un’antica varietà, forse fra le più antiche che si conoscano, appartenente alle coltivazioni dell’antico impero Inca, e che tutt’oggi viene coltivato nelle Ande al confine tra il Perù e la Bolivia.

Oltre che ad avere un alto livello di antocianine naturali, composti vegetali utili per la rigenerazione del collagene e per la salute del sistema cardiovascolare è un ottimo antiossidante, tanto è vero che nelle Ande nei tempi antichi, con il mais viola si preparava una bevanda rinfrescante chiamata “Chicha”, considerata una vera potenza nutritiva grazie al suo altissimo contenuto di antociani, composti vegetali dalle importanti proprietà benefiche.

Il mais viola è tra i cibi più ricchi, oltre che di antociani anche di polifenoli, e ha una capacità antiossidante superiore rispetto a qualsiasi altro cereale o frutta.

La farina di mais viola può essere utilizzata in ogni tipo di ricetta che richieda l’impiego di farina. Di un colore scuro e intenso non è molto fine, ma lavorandola si ottegnono degli un ottimi prodotti dal colore viola e dal gusto delicato di mais.

Stampa
Panzanella di pane al mais viola e amaranto
2015-08-02 10:40:47
Per 4 persone
Ingredienti
  1. Ingredienti
  2. • gr 160 di amaranto
  3. • 2 fette di pane al mais viola (meglio se raffermo)
  4. • 4 pomodori cannone
  5. • 1 cipollotto
  6. • 4 filetti di sgombro sott'olio
  7. • 1 foglia di alloro
  8. • 1 rametto di basilico
  9. • 4 filetti di acciughe sott'olio
  10. • 12 capperi in fiore
  11. • olio extravergine di oliva q.b.
  12. • sale q.b.
  13. • bacche di pepe rosa q.b.
Istruzioni
  1. Fate bollire l'amaranto. Ogni 100 g di amaranto necessitano circa 250 ml di acqua. La cottura dell'amaranto è di circa 20 minuti. Lasciate raffreddare
  2. Lavate i pomodori e tagliateli a spicchietti. Pulite e lavate il cipollotto e tagliatelo a fettine. Tritate grossolanamente i capperi lasciandone qualcuno intero per la decorazione del piatto. Tagliate i filetti di sgombro a pezzi non troppo grossi
  3. Prendete le fette di pane e eliminate la crosta e mettetelo in ammollo per circa 20 minuti in acqua e aceto fino a quando non si sarà semplicemente ammorbidito, strizzatelo, spezzettatelo grossolanamente con le mani
  4. Nel frattempo in una ciotola versate i pomodori, il cipollotto, i capperi, le acciughe e lo sgombro. Per ultimo unite l'amaranto bollito, il pane e amalgamate il tutto possibilmente con le mani e una volta terminato aggiungere qualche foglia di basilico.
  5. Impiattate e guarnite a piacere con fiori freschi commestibili.
iFood http://www.ifood.it/
Per la preparazione di questa panzanella ho utilizzato l’amaranto, un altro di quei “falsi cereali” che sono stati nell’antichità la base dell’alimentazione dei popoli Inca.
I suoi chicchi sferici e brillanti racchiusi in bellissime spighe rosso porpora, sono ricchi di proteine, fibre e ferro non contengono glutine. Hanno il sapore gradevole, dolciastro, con sentori di nocciola. Non contiene glutine, nichel e lattosio ed è quindi una valida alternativa per chi soffre di allergie o intolleranze ai cereali convenzionali.

Il pane con la farina di mais viola è stato preparato da Massimo Bonanomi, un carissimo amico con cui stiamo sperimentando tante novità “senza”.

23 agosto 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste

I commenti sono chiusi.