salisburgo_panorama_campanile

Salisburghese da vedere, fare, mangiare…

Dieci idee per una visita nel Salisburghese, tra bellezze artistiche, ottimo cibo e vita all'aria aperta

condivisioni

Il Salisburghese è una regione centrosettentrionale dell’Austria che confina a nord con la Germania. Agli occhi del viaggiatore attento si mostra un paesaggio vario che si snoda tra vallate e boschi senza dimenticare le bellezze artistiche e architettoniche; con la Via Culinaria il Salisburghese si situa anche tra le mete top europee per gli amanti dell’enogastronomia: ben otto percorsi sono dedicati ai prodotti regionali, alle specialità culinarie, alle esplorazioni di gusto.
E allora, quali sono le mete più interessanti da toccare durante una vacanza in questa regione e quali gli imperdibili da assaggiare?

1. Il centro storico del suo capoluogo, Salisburgo, è Patrimonio Mondiale dell’Umanità, e proprio da qui partiamo con l’esplorazione.

salisburgo_panorama_palla

La città è adagiata ai piedi della Festung HohenSalzburg, fortezza medievale costruita sulla roccia che domina la città e raggiungibile con la funicolare, e si stende ai lati del Saltz, il suo placido fiume. Il vecchio e il nuovo sono spesso affiancati e l’atmosfera romantica ne risulta amplificata. Perdersi nelle strade commerciali del centro storico con il naso all’insù vi farà scoprire e fotografare le caratteristiche insegne aggettanti dalle facciate degli edifici, vere opere d’arte da apprezzare anche quando il cielo non è sereno, che indicano, accanto alle manifatture tradizionali rinomate, anche le moderne catene commerciali, con un pizzico di romanticismo nostalgico.

salisburgo_insegne

2. Un tempo residenza di campagna, oggi in pieno centro, il palazzo Mirabell, con i giardini alla francese immortalati nel film “The Sound Of Music” del 1965, in Italia conosciuto come “Tutti insieme appassionatamente”, durante la scena della canzone Do Re Mi.

D’obbligo un selfie con la moderna ballerina, o con lo sfondo più classico della fontana con il Pegaso, mimetizzandovi tra i tanti turisti.

Nel palazzo è da ricordare la sala in marmo, location per i matrimoni civili più sfarzosi di Salisburgo.

palazzo-mirabell-salisburgo

3. Salisburgo è celebre per aver dato  i natali a Mozart: nel Duomo è conservata la fonte dove venne battezzato, e sono visitabili sia la casa natale sia quella di residenza; in queste si possono ammirare vari cimeli a lui appartenenti, dagli oggetti di uso quotidiano, alle lettere, agli spartiti. Per chi vuole proseguire il discorso c’è la possibilità di fare una “Mozart Dinner“: nel salone d’onore di uno dei più antichi palazzi della città, è possibile cenare immersi in un’atmosfera settecentesca, accompagnati da un quartetto d’archi e due voci ad interpretare le più celebri arie del compositore salisburghese.

mozart-dinner-salisburgo

4. Per i golosi è impossibile tornare a casa senza: sono le Palle di Mozart, cioccolatini conosciuti in tutto il mondo e copiatissimi ovunque. L’originale è solo qui, al Caffé Fürst, dove sono stati inventati 125 anni or sono. Sono composte a partire da una pallina di marzapane al pistacchio, ricoperta di crema gianduia e poi, infilzata da un bastoncino, e bagnata nel cioccolato fondente. Le originali Palle di Mozart sono riconoscibili proprio da quell'”ombelico” lasciato dallo stecchino e poi colmato con una goccia di fondente.

palle-mozart-furst-originali

5. Restando in tema di golosità vale la pena dedicare un’ora di un viaggio nel salisburghese, apprendendo come da secoli si prepara il tradizionale strudel, ma anche altre specialità, come, ad esempio, i Marillen Knodel: basta seguire una delle vie culinarie dedicate ai golosi per scoprire i ristoranti dove è possibile mettere le mani in pasta.

salisburgo_collage_strudel

6. Irrinunciabile una visita al Castello di Hellbrunn che vede nel 2015 il 400° anniversario dalla sua creazione. Fatto costruire dall’arcivescovo Marco Sittikus all’inizio del XVII secolo, è famoso per i giochi d’acqua dei giardini, giochi con cui Sittikus allietava e stupiva i propri ospiti.

hellbrunn-giardini-fontane-salisburghese

Adesso il giro turistico si ripete, con gli stessi scherzetti bagnati ai turisti, ma anche con i teatri semoventi, perfettamente conservati e in grado di suscitare ancora stupore nel visitatore.

hellbrunn-sculture

Gli interni del palazzo sono altrettanto sorprendenti e assolutamente da non perdere.

hellbrunn-interni

7. Sulla via culinaria dedicata agli amanti delle erbe, è possibile visitare uno dei luoghi in cui vengono prodotti in modo completamente artigianale dei cosmetici naturali con le erbe coltivate in alta montagna. 

salisburgo_cosmetici_naturali

Assieme a confetture e sciroppi, si possono portare a casa con una spesa irrisoria, ottime creme dalla texture soffice e delicata.

salisburgo_cosmetici_naturali_2

8. Salisburgo ha oltre 175 km di piste ciclabili e il cicloturismo è molto sentito in tutta la regione. I meno allenati, che non se la sentono di inerpicarsi con le mountain bikes tradizionali, possono approfittare dei giri in e-bikes, mountain-bikes elettriche a pedalata assistita, che aiutano a superare le salite più impervie e lasciano il tempo di godere di visuali spettacolari ad alta quota.

salisburgo_bici_paesaggio

La bevanda rigenerante della sosta qui è il buttermilk, il latticello, latte fermentato che viene servito freddo in alti bicchieri: ristora e nutre.

salisburgo-e-bike

9. Per gustare la cucina regionale non c’è niente di meglio che andarla a scovare nelle baite del Land, dove ancora si gustano piatti semplici e del territorio. Nei piatti tanta carne, montagne di crauti, ma anche i famosissimi Knodel o i Käse Spätzle, serviti con una profusione di cipolla soffritta e formaggio fuso, non certo leggeri, ma sublimi nel gusto!

salisburgo-tradizionale-cibo

Per chiudere il pasto, una dolce e soffice Kaiserschmarrn e uno Schnaps, il grappino che fa digerire anche il pasto più sostanzioso.

10. Ancora per gli amanti delle erbe, un’esperienza diversa e insolita può essere una passeggiata alla scoperta delle erbe selvatiche, approfondendone anche gli usi in cucina e le proprietà curative.

salisburgo_collage_erbe

Questo è il modo migliore per immergersi nella vita campestre del Land, e premiarsi con una colazione in malga, completamente naturale e bio, riscoprendo i gusti semplici di altri tempi.

salisburgo_colazione malga
18 settembre 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste