collage cibo anni '80

I 10 cibi anni ’80 e ’90 fuori commercio

Dallo Sprint alle Pat Bon Findus, ecco i prodotti commerciali che non troviamo più tra gli scaffali

condivisioni

Provate a chiudere gli occhi e a plasmare con la mente le immagini che vi fanno ricordare gli anni ’80 e ’90, spunteranno Mila e Shiro, Lupin, Bim Bum Bam, i Robinson, Beverly Hills, i biscotti di Nonna Papera, la pasta dei Puffi, le caramelle Charms, le Morositas, la Birra Splugen, la collana di caramelle colorate, le manine appiccicose delle patatine, la Cristallina, il Crystal Ball. Sono gli anni d’infanzia e dell’adolescenza degli adulti di oggi.
Quanto pagheremmo per assaporare ancora cibi che, come una petite madelaine, ci riportano ai tempi belli che furono? Purtroppo esistono alcuni prodotti alimentari fuori produzione che non vediamo da allora tra gli scaffali dei supermercati.
Ecco il nostro viaggio nostalgico tra i cibi anni ’80 e ’90 che forse non gusteremo mai più.

1 – Sprint

Sprint

Polvere di malto ed orzo, anche al gusto di cacao, lo Sprint ha accompagnato le colazioni dei bambini cresciuti negli anni ’90 diventando nemico acerrimo del Nesquik della Nestlè, ancora oggi sul mercato. Il barattolo arancione, che sotto il tappo nascondeva sempre una sorpresa (Roller Sprint con le biglie, gli adesivi di Creamy) è passato alla storia.

Foto@garagecomunicazione.com

2 – One o One

one o one
La sfida italiana alla Coca Cola e Pepsi ha avuto una durata molto breve. La bevanda della San Pellegrino con l’etichetta blu e rossa, iniziò la sua produzione a fine anni ’80 ma non venne più commercializzata. Combatté una lunga battaglia contro la Coca Cola per concorrenza sleale.

Foto @ivanmrakov.worpress.com

3 – Pat Bon Findus

Pat Bon
Erano le patatine più amate dai bambini. Le versioni più rinomate erano due: le Pat Bon ABC a forma di lettere dell’alfabeto, e le Pat Bon Ketchips ripiene di ketchup. Oggi sono fuori produzione e la Findus si è dedicata solo alla versione Casarecce e Classiche.

Foto Youtube @Deplo

4 – Dover

Dover
Il formaggio spalmabile della Kraft campeggiava sulle tavole degli italiani negli anni ’90. Purtroppo anche questo è fuori produzione. La particolarità era proprio nel packaging: a contenere il formaggio cremoso era un bicchiere di vetro, poi riutilizzabile.

Foto @blog.libero.it

5 – Finburger e Spizzette

Finburger
Verso la fine degli anni ’80 la Findus lanciò la linea Stuzzicomania con l’idea di portare sul mercato dei prodotti sfiziosi e dal gusto inusuale, come i Finburger, 3 tipi di hamburger al gusto di pomodoro, aglio e prezzemolo, e cipolla. Alla stessa linea appartenevano anche le Spizzette, pizzette surgelate in 4 gusti: margherita, melanzane, funghi, peperoni e olive. Purtroppo l’idea della linea non ebbe lunga vita.

Foto Youtube @Tutto Spot Ottanta

6 – Soldino

Cibi anni 80_90_soldino
Il re delle merendine della Mulino Bianco, forse quello che manca di più in assoluto a tutti i bambini degli anni ’80 e ’90. La morbidezza dell’impasto al cacao contrastava con la croccantezza dello strato di cioccolato che lo ricopriva. Tutti i bambini, almeno una volta, hanno pensato di mettere da parte il soldino e gustarlo alla fine come un cioccolatino.

Foto @dimenticatoio.it

7 – Camillino

Camillino
“Il gelato nascosto in uno snack ai cereali”. Era questo il payoff del Camillino in tv. La pubblicità del ragazzino che si chiedeva perché sua sorella Diana non guardasse più i giocattoli e ci metteva un’ora per vestirsi echeggia ancora con le immagini nella nostra mente. Il gelato della Eldorado fu prodotto negli anni ‘80 in una prima versione: gelato alla crema racchiuso in due biscotti rettangolari al cacao, e poi fu trasformato negli anni ’90 in gelato alla vaniglia con cereali ricoperto di cacao magro.

Foto Youtube @Otto de Togni

8- Succo Billy

Succo Billy
Ha dissetato un’intera generazione degli anni ’80. Il gusto più diffuso era quello all’arancia, ma era prodotto anche alla mela e al pompelmo. Attirava per il suo packaging colorato (da ricordare la faccia dell’arancia che sorseggiava succo in primo piano). Ne valeva la pene berlo solo per raccogliere i punti e farsi spedire la cintura porta Billy, oppure provare l’ebbrezza di soffiare dentro l’involucro, una volta terminato, e farlo scoppiare!

Foto @anni80.myblog.it

9 – Trio Nestlè

trio nestle
A quanti di voi si sono cariati i denti – per modo di dire – con il Trio Nestlè? Erano i cereali misti a tre gusti: caramello, miele e vaniglia. Se ancora non li ricordate, pensate al packaging: c’erano Qui, Quo e Qua sulla confezione.

Foto Youtube @Publicipub29

10- Urrà

Urra
Chiudiamo in bellezza con uno degli snack anni ’80 più golosi di sempre: Urrà della Saiwa. Era il biscotto wafer ricoperto da cioccolato con 5 strati di cialda e crema all’interno. Lo spot lo ricorderete: un occhialuto “Mister Banana” che continua a ripetere: “Io non ho mai provato Urrà!”.

Foto Youtube @Renzo Archimede Olivieri

E voi che ricordi culinari avete degli anni ’80 e ’90?

Foto skin @dimenticatoio.it

3 ottobre 2015

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste