albicocche_2_evidenza

Le albicocche

Il dolce frutto che preannuncia l'estate

condivisioni

Il frutto dell’albicocco arriva dall’Oriente, dalla Cina nordorientale e lì è conosciuto allo stato selvatico da almeno 4000 anni.

albicocche_3_ok

Alessandro Magno portò l’albicocca dall’Armenia o dalla Persia fino in Occidente, per questo il frutto venne soprannominato per lungo tempo “mela armena”. Altri nomi fanno riferimento invece al suo essere un frutto primaverile, la sorella precoce della pesca alla quale assomiglia per la vellutatezza della sua buccia.

Sulla bocca degli Arabi che la fecero conoscere nel bacino del Mediterraneo diventa al-barquq, da cui i vari albicocca, apricot, albaricoque, abricot.

albicocche_4_ok

La leggenda racconta che a far dare dei frutti così preziosi a un albero che in principio era solo ornamentale, furono le lacrime delle fanciulle armene, quando la loro terra fu invasa dai Romani. A un mito così poetico non poteva che seguire una fortuna crescente per questo frutto, fortuna interrotta solo nel Medioevo, coltivata esclusivamente per scopi farmacologici.

La diffusione delle albicocche nei frutteti e sulle tavole nobiliari riprese di slancio dal XV secolo.

albicocche_1_ok

L’albicocco sopporta bene il freddo e cresce anche alle pendici dell’Himalaya, ma i suoi frutti precoci sono sensibili alle gelate e dunque la coltivazione ha sempre prediletto i climi asciutti e caldi, facendo diventare l’albicocca simbolo del Bel Paese, in particolare della piana attorno al Vesuvio.

Nel XVIII secolo durante i Grand Tour in Italia dei giovanotti di alto rango, l’albicocca matura era da assaggiare imprescindibilmente.

albicocche_7_ok

Da ricordare anche che il nocciolo dell’albicocca dà le armelline, le mandorle amare, utilizzate in piccola quantità nella produzione di alcuni dolci.

Per l’alto contenuto di vitamina A e carotene il  consumo di albicocche è particolarmente consigliato per la cura della pelle. Altre vitamine contenute in quantità importanti sono la B, la C e la PP, oltre ai minerali magnesio, fosforo e ferro.

27 giugno 2016

Traduci

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Le Ricette Più Viste